Come si festeggia il Capodanno in Inghilterra?

Come si festeggia il Capodanno in Inghilterra?

Ci avviciniamo sempre più all’ultima notte dell’anno: questo significa che fra regali, cene e buoni propositi, subito dopo il Natale saremo tutti (o quasi) alle prese con i festeggiamenti per l’arrivo di un nuovo anno, il 31 Dicembre. Curioso di sapere come si festeggia il Capodanno in Inghilterra? Non ti resta che leggere l’articolo per
Tempo di lettura: 4 minuti
Pubblicato il Dicembre 13, 2021 - di Teacher

Ci avviciniamo sempre più all’ultima notte dell’anno: questo significa che fra regali, cene e buoni propositi, subito dopo il Natale saremo tutti (o quasi) alle prese con i festeggiamenti per l’arrivo di un nuovo anno, il 31 Dicembre. Curioso di sapere come si festeggia il Capodanno in Inghilterra? Non ti resta che leggere l’articolo per scoprirlo!

Capodanno in Inghilterra: come si festeggia

Fuochi d’artificio e parata di Londra

In molte città dell’Inghilterra il Capodanno viene celebrato organizzando spettacoli pirotecnici pubblici. La città di Londra ha uno dei più famosi, dato che migliaia di persone si radunano sulle rive del fiume Tamigi per vedere uno show pirotecnico di quasi 12 minuti sul London Eye, la gigantesca ruota panoramica londinese! I fuochi d’artificio iniziano ai rintocchi della mezzanotte del Big Ben e sono accompagnati da musica. Dal 2014 l’ingresso all’evento è a pagamento.

I fuochi d’artificio a Londra sono seguiti dalla London New Year’s Day Parade, considerata la più grande parata di Capodanno al mondo. Si tratta di una tradizione vecchia oltre 30 anni: la sfilata è iniziata nel 1987 come un modo per raccogliere fondi per enti di beneficenza locali. In origine si chiamava Lord Mayor of Westminster’s Big Parade, l’evento è stato ribattezzato nel 1994. Anche in questo caso alcune parti del percorso della parata sono accessibili solo agli spettatori con biglietto.

Festival del fuoco ad Allendale

La gente di Allendale, nel Northumberland, festeggia l’anno nuovo con il Tar Bar’l: in questa cittadina dell’Inghilterra, il Capodanno viene celebrato con una vera e propria cerimonia del fuoco, durante la quale gli uomini portano barili pieni di catrame acceso sulla testa attraverso il villaggio, prima di gettarli in un falò in piazza!

Hogmanay, Loony Dook e First Footing in Scozia

Hogmanay è la parola scozzese per l’ultimo giorno dell’anno, e indica un’usanza unicamente scozzese. Le celebrazioni iniziano il 30 dicembre con fiaccolate in tutta la Scozia, una su tutte la sfilata di Edimburgo, che è la più grande e popolare. Il 31 dicembre, gli scozzesi inaugurano il nuovo anno festeggiando e cantando Auld Lang Syne (nota in Italia come Valzer delle candele o Canto dell’addio) mentre si tengono per mano con amici e familiari.

Il giorno successivo, il 1 gennaio, gli scozzesi prendono parte a un Loony Dook, un evento in cui persone in costume si tuffano in specchi d’acqua ghiacciati per raccogliere fondi per beneficenza. Un’altra tradizione speciale del Capodanno scozzese è First Footing, dove il primo ospite a entrare in casa nel nuovo anno porta doni che simboleggiano buona fortuna, come panini neri, carbone, sale, pasta frolla e whisky. Tradizionalmente, sono gli uomini alti, scuri e belli ad avere il physique du rôle per interpretare il First Footer in una famiglia.

Cerimonia della palla di fuoco di Stonehaven

Restiamo in Scozia per raccontare un’altra tradizione unica del Capodanno, con la cerimonia del Fireball di Stonehaven! A mezzanotte, circa 40 persone sfilano lungo High Street, la strada principale, mentre fanno oscillare palle infuocate sopra la testa: il gesto simboleggia il tentativo di scacciare gli spiriti malvagi, ed è dunque beneaugurante per il nuovo anno. La cerimonia dura circa 20 minuti ed è seguita da fuochi d’artificio.

Calennig e Hen Galan in Galles

Continuiamo con le tradizioni del Capodanno in Inghilterra per dare uno sguardo al Galles. Qui il Capodanno veniva tradizionalmente celebrato scambiando doni in un evento noto come Calennig, durante il quale i bambini andavano di porta in porta, portando una mela infilzata con rametti di sempreverdi e mais e cantavano canzoni di salute e prosperità in cambio di denaro o cibo. Oggi questa tradizione non è seguita come un tempo, ma continua a persistere in alcune zone della regione!

Va detto che gli abitanti della comunità di Gwaun Valley, nel Pembrokeshire, aspettano quasi due settimane dopo il 1 gennaio per festeggiare il loro Capodanno o Hen Galan, che è il primo giorno dell’anno nel calendario giuliano. In questo giorno, i bambini cantano canzoni mentre visitano le case locali.

Capodanno in Inghilterra: chi lo festeggia e quali sono le sue origini?

Il Inghilterra, il Capodanno è una festa laica e pertanto la maggior parte delle persone lo festeggia. Anche se i datori di lavoro non sono obbligati per legge a concedere ai propri dipendenti un giorno di riposo il 1° gennaio, la maggior parte degli uffici e dei negozi resta comunque chiusa in questa giornata. Del resto, molti tendono a riposare e stare in tranquillità in famiglia e con gli amici dopo aver partecipato ai festeggiamenti della notte, per non parlare di chi decide di passare il Capodanno presso qualche località speciale.

Inoltre, poiché il Regno Unito è una società multiculturale, non tutte le persone osservano il Capodanno il 1 gennaio. Ad esempio, nei calendari indù, cinese, copto, ebraico e islamico il primo giorno del nuovo anno cade in una data diversa rispetto al calendario gregoriano.

Per tutti gli altri invece il giorno di Capodanno – in Inghilterra come altrove – segna l’inizio di un nuovo anno in base al calendario gregoriano. Così come la conosciamo (e festeggiamo) noi, è una una pratica relativamente moderna. Infatti, sebbene i romani iniziassero a segnare l’inizio del loro anno civile il 1 gennaio nel loro calendario (ben prima del calendario gregoriano), per moltissimo tempo si è fatta coincidere la celebrazione del nuovo anno con il mese di marzo: l’arrivo della primavera porta con sé il risveglio della natura e, naturalmente, la ripresa delle campagne militari.

Il calendario gregoriano, ideato da Papa Gregorio  XIII nel 1582, fu adottato subito in alcune zone d’Europa ma venne adottato da molti paesi solo secoli dopo. Il Regno Unito ha iniziato a osservare il calendario gregoriano solo nel 1752, quando sono stati eliminati 11 giorni.

Michael P. – Teacher

Ti è piaciuto I’articolo?

Non perderti più nulla da My English School. Tutte le ultime news - consigli - promozioni esclusive per te.


RIMANI AGGIORNATO CON LA NOSTRA NEWSLETTER