Home sweet home: come parlare delle parti della casa in inglese

Home sweet home: come parlare delle parti della casa in inglese

Amata, voluta e a volte persino odiata, la casa è senza dubbio uno dei luoghi dove ultimamente abbiamo passato la maggior parte del nostro tempo, da soli o in compagnia. Che si tratti di un monolocale (detto studio apartment o studio flat) o di una mansion come quelle di Beverly Hills, sono tante le parole
Tempo di lettura: 4 minuti
Pubblicato il Luglio 16, 2021 - di Teacher

Amata, voluta e a volte persino odiata, la casa è senza dubbio uno dei luoghi dove ultimamente abbiamo passato la maggior parte del nostro tempo, da soli o in compagnia. Che si tratti di un monolocale (detto studio apartment o studio flat) o di una mansion come quelle di Beverly Hills, sono tante le parole che possiamo usare per descrivere le parti della casa in inglese. Quindi, ecco una breve guida con tutti i nomi delle stanze in inglese: se non ti basta, puoi sempre scegliere un corso di inglese in MyES, your home away from home!

Come si chiamano le parti della casa in inglese?

Home vs House

Conosci la differenza? Se in italiano per entrambi usiamo la parola casa, in inglese facciamo una distinzione tra il luogo affettivo in cui svolgiamo la nostra vita (home) e la casa intesa come edificio (house). Immagina in poche parole la stessa differenza che esiste tra un contenuto e il suo contenitore.

Vediamo ora le diverse zone, o rooms, che possono comporre gli interni (interiors, appunto) di una casa…

Le stanze in inglese – Living room

Partiamo da quello che per molti è il cuore di una casa, la stanza in cui passa la maggior parte del tempo: la sala. In inglese, non per caso, si dice letteralmente “la stanza dove si vive”. Attenzione: anche se in italiano a volte usiamo solo il termine living, in inglese dobbiamo necessariamente usare la parola completa, altrimenti non ha senso!

Se la sala è usata prevalentemente per mangiare prende invece il nome di dining room, sala da pranzo.

Parti della casa in inglese – Bedroom 

Con questa parola chiamiamo invece la camera da letto (in quanto bed è esattamente il termine per letto); da non confondere con la parola che vedremo a breve bathroom, ovvero il bagno. Fun fact: secondo l’Oxford English Dictionary, questa parola fu registrata per la prima volta nel 1590 nell’opera A Midsummer Night’s Dream (Sogno di una notte di mezza estate) di Shakespeare.

Come chiamare invece la cameretta dei bambini? In questo caso possiamo parlare più precisamente di kids room oppure di nursery (per i neonati).

Le stanze in inglese – Bathroom

Ecco un’altra stanza che non può mancare: il bagno. Da non confondere con lavatory, loo, toilet o restroom, termini che invece usiamo per indicare il bagno in luoghi pubblici quali ristoranti o musei!

Parti della casa in inglese – Kitchen

Ecco una parola senza room! Il motivo è che il termine inglese per la cucina è in realtà molto più antico e deriva dal latino coquere, che significa cuocere o cucinare.

Attento alla pronuncia! Ricorda che kitchen inizia con un suono /k/ duro, da non confondere ad esempio con quello presente nella parola chicken, che invece inizia con un suono simile alla c di ciao.

Stanze in inglese: which one?

Veniamo ora a una serie di ambienti che a volte solo alcuni fortunati hanno in casa. Non sempre si tratta di una stanza dedicata, ma in ogni caso il nome ne descrive la funzione. Let’s go!

Stanze in inglese – Guest room or spare room?

Se abbiamo una casa sufficientemente grande, possiamo offrire ai nostri ospiti una stanza dedicata chiamata guest room oppure spare room (letteralmente, una stanza libera o extra). In questo caso, non c’è alcuna differenza tra le due parole, ma attenzione a non confondere la parola guest room con guest house (scritta anche guesthouse), che indica invece un’abitazione intera data in parte o completamente in utilizzo a ospiti a pagamento!

Parti della casa in inglese – Closet, pantry or utility room?

Hai qualche skeleton in the closet? Tranquillo, non chiameremo la polizia! Come per l’equivalente espressione italiana, “avere uno scheletro nell’armadio” fa riferimento al custodire un segreto ben nascosto. Tuttavia, in inglese il segreto più che in un armadio (wardrobe) si trova nello… sgabuzzino! Spesso, il closet consiste in una stanza che può contenere, oltre a prodotti per la pulizia, anche giacche e cappotti quindi ecco spiegata l’analogia. La parola utility room è per certi versi molto simile, anche se indica nello specifico la stanza degli attrezzi o attrezzature. Infine, pantry è propriamente detta la dispensa, quindi finalizzata ad ospitare le scorte di cibo e i prodotti utilizzati in cucina.

Stanze in inglese –  Cellar vs attic

Vediamo ora alcune stanze che possiamo trovare ai due estremi verticali di un’abitazione: sotto il livello del suolo si trova il basement, che a volte può fungere da stanza per hobby di vario genere oppure essere utilizzato come cantina (cellar oppure wine cellar, se utilizzato per conservare il vino). All’estremo opposto, invece, troviamo il sottotetto o solaio, detto attic. Attenzione a non tradurre attic con attico: ecco un falso amico!

Quando vogliamo parlare di un appartamento all’ultimo piano in genere con terrazzo dobbiamo usare la parola penthouse. In alternativa, l’equivalente di un appartamento mansardato è roof apartment.

Parti della casa in inglese – Balcony or terrace?

Diamo un occhio anche all’esterno con le parole balcony e terrace. La prima indica in genere un balcone, uno spazio di dimensioni variabili adibito in genere ad ospitare fiori e piante. La seconda invece è la terrazza, localizzata spesso all’ultimo piano e caratterizzata da dimensioni tendenzialmente maggiori rispetto a un balcone.

Now you can make yourself at home: adesso hai davvero tutte le parole per sentirti a casa!

Alexandra P. –  Teacher

Ti è piaciuto I’articolo?

Non perderti più nulla da My English School. Tutte le ultime news - consigli - promozioni esclusive per te.


RIMANI AGGIORNATO CON LA NOSTRA NEWSLETTER