Cupcake inglesi: alla scoperta della torta a misura di tazzina!

Cupcake inglesi: alla scoperta della torta a misura di tazzina!

Piccoli, dolcissimi e… irresistibili! I dolcetti di cui sto per parlare sono ormai una presenza fissa dappertutto anche in Italia, scelti persino come originale alternativa della torta ai matrimoni e ai battesimi. Ma qual è la loro storia? Dopo aver parlato della Battenberg Cake, continua a leggere per scoprire, un morso alla volta, la vera
Tempo di lettura: 4 minuti
Pubblicato il Febbraio 1, 2022 - di Teacher

Piccoli, dolcissimi e… irresistibili! I dolcetti di cui sto per parlare sono ormai una presenza fissa dappertutto anche in Italia, scelti persino come originale alternativa della torta ai matrimoni e ai battesimi. Ma qual è la loro storia? Dopo aver parlato della Battenberg Cake, continua a leggere per scoprire, un morso alla volta, la vera origine di un altro fra i più famosi dolci inglesi: i cupcake!

Hungry for more?

Alla scoperta dei dolci inglesi: i cupcake

Partiamo con un fatto: sebbene presenti sulle tavole inglesi, i cupcake sono made in USA! È infatti Amelia Simmons, autrice del primo libro di ricette americane American Cookery del 1796, la persona da ringraziare per averli inventati. Prima di lei e del suo rivoluzionario libro, gli unici manuali di cucina disponibili in the US erano esclusivamente British. Amelia non solo adattò le ricette agli ingredienti del Nuovo Mondo (come pumpkins, cranberries, baking soda), ma introdusse anche molte innovazioni, come appunto i cupcake!

L’idea alla base di questo dolce era piuttosto semplice: una torta (cake) a misura di “tazzina” (cup). O meglio ancora, per usare le parole di Simmons, a light cake to bake in small cups. Da non confondersi con i muffin, attenzione! Nel caso dei muffin, è vero che parliamo sempre di monoporzioni ma l’impasto è più denso e quasi simile a quello del pane; inoltre, in genere non sono glassati, mentre sui cupcake si finisce con un abbondante strato di Royal Icing (detto anche frosting), yumm.

Fino a questo punto, nulla sembrerebbe diverso da come conosciamo oggi i cupcake. Ma la verità è che la ricetta originaria era in effetti piuttosto diversa…

Stando alla rivista Food52, la lista di ingredienti era così composta:

 “Half a pound sugar, half a pound butter, rubbed into two pounds flour” 

Fin qui tutto bene, un pò come in una classica torta. Poi ecco però che la ricetta prende una strana piega (o come diremmo in inglese, things take a turn):

“one glass wine, and one of rose water. Nutmeg, cinnamon, currants, and emptins” (quest’ultimo, una sorta di agente lievitante paragonabile al lievito di birra)

Diciamo quindi che, in origine, questi dolci erano più simili alle moderne fruitcake inglesi o, se vogliamo, al nostro panforte. Ad ogni modo, la ricetta fu un successo (a true hype!) e i cupcake inglesi divennero una presenza fissa in ogni ricettario pubblicato da allora, evolvendo in mille variazioni.

Ma quanti diversi tipi di cupcake inglesi esistono?

La risposta è: as many as you can think of! Il bello dei cupcake inglesi è proprio questo. Ecco quindi che possiamo trovare red velvet cupcakes, vanilla and strawberry cupcakes, mint chocolate cupcakes… e così via, senza dimenticare i classics: plain vanilla or chocolate cupcake.

Prima di continuare con la nostra ricetta preferita dei cupcake inglesi, facciamo un passo indietro e vediamo come questa parola sia usata anche al di fuori di una cucina… Proprio così, e purtroppo non esattamente come un complimento! Potrà capitare infatti di sentire questa parola usata in TV series o film rivolta a una persona:

  • Hey, cupcake. Come over and join us!
    (Hey pasticcino. Vieni qui e siediti con noi!)

WATCH OUT!

L’effetto non è per niente carino, anzi è un pò un equivalente del cat-calling (fischiare per esprimere un apprezzamento, spesso nei confronti di una donna), una brutta forma di sexual harassment. Quindi, ecco il nostro consiglio: NON lo usare per rivolgerti a una persona, anche se le tue intenzioni sono le migliori del mondo!

Cooking time: prepara i cupcake inglesi (e il frosting!)

Ma veniamo a note più dolci…
Ecco la nostra ricetta per creare un vero American cupcake!

Ingredients

  • 113 g unsalted butter, at room temperature
  • 1 cup (200 g) sugar
  • 1 teaspoon vanilla bean paste or extract
  • 190 g all-purpose flour
  • 1 1/4 teaspoons baking powder
  • 1 teaspoon salt
  • 2 large eggs, room temperature
  • 120 g whole milk, room temperature

Procedure

  1. Heat the oven to 200°C. Prepare a standard 12-muffin pan with lining (carta da forno).
  2. Cream the butter, sugar, and vanilla in a stand mixer on medium-high speed until lightened and ultra-fluffy, for about 7 minutes. Meanwhile, combine the flour, baking powder, and salt in a bowl, and stir with a fork.
  3. Reduce the speed to low, and add in the eggs one at a time, again scraping down the sides of the bowl. Alternate adding the milk and dry ingredients until finished.
  4. Fill each lined muffin cup 3/4 of the way full. Bake for 5 minutes, then lower the heat to 180°C, and bake another 22 to 25 minutes, or until the cupcakes bounce back when pressed lightly. Transfer to a wire rack to cool completely before frosting.
(recipe courtesy of: https://food52.com/recipes/82988-best-vanilla-cupcake-recipe)

Con quale frosting decorare i tuoi cupcake inglesi? Puoi provare la classica ricetta del buttercream frosting. Mischia con l’aiuto di un mixer elettrico i seguenti ingredienti in ordine:

  • 1 cup unsalted butter at room temperature,
  • 2 tablespoons milk, very gradually
  • 450 g powdered sugar,
  • 1 teaspoon vanilla extract (could substitute with another extract)

Enjoy!

Alexandra P. – Teacher

Ti è piaciuto I’articolo?

Non perderti più nulla da My English School. Tutte le ultime news - consigli - promozioni esclusive per te.


RIMANI AGGIORNATO CON LA NOSTRA NEWSLETTER