Lavorare come barista in Australia

Lavorare come barista in Australia

Vuoi lavorare come barista in Australia? Ecco come devi fare. Ok, andiamo con ordine. L’Australia è diventata, soprattutto negli ultimi anni, meta prediletta di tanti (giovani e meno giovani) che vogliono cambiare vita e fare un’esperienza all’estero. Molti sono anche gli italiani che(prima di tutto economica) che in Italia sembra non arrivare mai. Detto questo, oggi vorrei
Tempo di lettura: 4 minuti
Pubblicato il Dicembre 3, 2015 - di alessia

Vuoi lavorare come barista in Australia? Ecco come devi fare.
Ok, andiamo con ordine. L’Australia è diventata, soprattutto negli ultimi anni, meta prediletta di tanti (giovani e meno giovani) che vogliono cambiare vita e fare un’esperienza all’estero. Molti sono anche gli italiani chepartono alla volta della terra dei canguri e che sognano di ottenere una stabilità(prima di tutto economica) che in Italia sembra non arrivare mai.

Detto questo, oggi vorrei dare alcuni consigli a tutti coloro che, in Australia, cercano di ottenere un lavoro come baristi. Fai attenzione, però: ho detto baristi e non barman perché la differenza c’è ed è rilevante; i primi si occupano delleordinazioni al banco caffetteria(quindi, principalmente, caffè e cappuccini); i secondi, invece, sonogli addetti alla preparazione di bevande alcoliche e cocktail.

Qui parleremo di cosa devi fare se vuoi lavorare come barista in Australia.

  • Planning

Il primo step sarà banale ma di certo non scontato:stabilisci una somma di denaro e parti con quella;deve permetterti di coprire eventuali spese immediate e consentirti di mantenerti almeno per il periodo iniziale, quello durante il quale starai cercando lavoro. Già, perché dovrai cercare subito un impiego: la voglia di stare a zonzo per mesi sarà forte ma potresti finire i soldi prima di quanto tu creda! La vita, in Australia, è piuttosto cara.

  • Do you speak english?

In Australia, soprattutto da qualche anno a questa parte, la concorrenza è diventata spietata. Quindil’aspetto che fa davvero la differenza è la conoscenza dell’inglesee non sto parlando di un livello elementare o appena sufficiente. Dovrai conoscere la lingua in maniera più che adeguata dal momento che il barista è sempre a contatto con i clienti, interagisce con loro e deve saper cogliere al volo gli ordini.

  • Coffee culture

C’è un fatto che molti italiani sottovalutano:in Australia la cultura del caffè è davvero radicata, molto sviluppata e… completamente diversa da quella italiana!Esistono, infatti, tantissimi tipi di caffè, tantissime misure di caffè e tantissime varianti di caffè. Anche se le macchine impiegate nei bar sono, spesso, made in Italy (Marzocco e Wega in primis) un barista italiano si troverà piuttosto spaesato in un primo momento.

  • Barista tuttofare

Il barista australiano non si occupa solamente della caffetteria ma si prende cura del locale a 360°: per esempio deve saper gestire la cassa, gli ordini ai tavoli, preparare il banco e organizzarsi per il lunch time. Dovrai, quindi, dimostrare diessere versatile e professionale allo stesso tempo;non è un caso se, sempre più spesso, gli annunci di lavoro sono rivolti a baristi allrounder.

  • Il corso da barista

I datori di lavoro australiani ti faranno fare sicuramente una prova prima dell’assunzione: il consiglio, allora, è quello diiscriversi a un corso per baristama non in Italia (vedi punto 1), bensì in Australia (il corso costa sui 90 AUD).

  • R.S.A.

Un documento necessario per tutti gli aspiranti baristi è la R.S.A. (Responsible Service of Alcohol):un’apposita certificazione che autorizza alla vendita di sostanze alcoliche.Per ottenerla è necessario seguire un corso della durata di 6 ore (costa circa 110 AUD).

  • Orari

L’orario di lavoro è variabile: si va dalle 6 e 30 del mattino circa alle 16 o 17 del pomeriggio ma, spesso, si lavora in shift perciò tieniti pronto ad avereturni piuttosto variabili.

  • La sospirata paga

Ci sono diversi fattori da tenere in considerazione: spesso il primo impiego appena sbarcati in Australia è quello di dishwasher (lavapiatti) e la paga oraria è sui 13-14 dollari australiani. Ma se ti dai da fare e sei davvero professionale potresti arrivare a guadagnareanche 20-25 dollari all’ora.

  • Quale visto fare?

C’è molta confusione sui tipi di visti necessari per lavorare (o studiare) in Australia. Il Visa Working Holiday (visto vacanza lavoro) ti permette dilavorare full time, 40 ore alla settimana e di avere assicurazione sanitaria per 6 mesi.Invece lo Student Visa (visto studente) consente dilavorare fino a un massimo di 20 ore alla settimana e in più c’è l’obbligo di andare a scuola.
Pensa bene, quindi, a quali sono i tuoi progetti per il futuro e ricorda che se la tua intenzione è quella di trasferirti in pianta stabile,avrai bisogno di uno sponsor(e per ottenerlo dovrai eccellere nella tua professione).

Ti è piaciuto I’articolo?

Non perderti più nulla da My English School. Tutte le ultime news - consigli - promozioni esclusive per te.


RIMANI AGGIORNATO CON LA NOSTRA NEWSLETTER