Fare il giornalista nel Regno Unito: tutti i consigli

Fare il giornalista nel Regno Unito: tutti i consigli

Sappiamo tutti che l’industria dei media è in grossa crisi, soprattutto il settore editoria. E non è un caso se sono sempre più numerosi i giornalisti (o aspiranti tali) che decidono di cercare lavoro fuori dai confini nazionali. In particolare è il Regno Unito (Londra, nello specifico) a rappresentare “la terra promessa” per chiunque desideri cimentarsi in
Tempo di lettura: 3 minuti
Pubblicato il Febbraio 13, 2017 - di alessia

Sappiamo tutti che l’industria dei media è in grossa crisi, soprattutto il settore editoria. E non è un caso se sono sempre più numerosi i giornalisti (o aspiranti tali) che decidono di cercare lavoro fuori dai confini nazionali. In particolare è il Regno Unito (Londra, nello specifico) a rappresentare “la terra promessa” per chiunque desideri cimentarsi in questo campo ma all’estero. Sì, perché hanno sede a Londra i maggiori gruppi editoriali globali!

Corsi di inglese per studenti di Comunicazione e Marketing

I vantaggi

  • Lavorare a Londra come reporter consente di spostarsi frequentemente e facilmente dall’Italia ed è la soluzione migliore se hai una famiglia in patria e preferisci fare vita “da pendolare”;
  • Non c’è necessità di avere un visto o un permesso per lavorare nel Regno Unito… questo almeno fino all’entrata in vigore della Brexit. Ed ecco perché il momento migliore per partire è proprio questo!
  • Se non si è madrelingua, Londra offre comunque numerose opportunità lavorative: infatti sono tanti i gruppi editoriali specializzati nella fornitura di servizi di scrittura nei quali anche chi non è advanced può sfruttare le proprie competenze. In alternativa puoi cercare presso le tantissime aziende italiane che hanno sede (ed uffici) proprio a Londra, viste le politiche di sgravi fiscali britanniche dedicate alle aziende e a chi lavora in proprio;
  • Infine: lo stipendio di un giornalista inglese è piuttosto buono e di solito si è pagati puntualmente, sia che si lavori come reporter assunti sia che si lavori come collaboratori freelance. Anche il salario, rispetto a quello italiano, è particolarmente buono:si va dalle 20.000 sterline l’anno per chi non ha esperienza, fino ad arrivare alle 35.000/40.000 per chi ha una particolare specializzazione o ha già maturato esperienza nella redazione di articoli.

I consigli

  • Il primo consiglio, forse ovvio, è quello di prepararsi in maniera ottimale per quanto riguarda la lingua inglese:un giornalista che si rispetti deve avere una padronanza della lingua di tutto riguardo e deve saper scrivere in maniera perfetta.Senza una fluente conoscenza dell’inglese (sia scritto che parlato), non avrai chances!
  • Apri un blog! Non sarai mai preso in considerazione se non hai modo di dimostrare le tue capacità di scrittura, creazione contenuti e gestione social;
  • Se punti a lavorare nel Regno Unito come giornalistadovresti prendere in considerazione l’idea di candidarti per un internship, un tirocinio che ti permetterà di fare un po’ di pratica e di entrare in contatto con la realtà lavorativa della redazione.Di solito si ha un piccolo rimborso spese (ma non è detto);
  • Poi è importante rivolgersi ai portali specializzati che, di solito, pubblicano la lista delle posizioni aperte presso le aziende editoriali;
  • Due siti che puoi consultare sono Gorkana e Journalism.co.uk: qui troverai le offerte di lavoro e numerosi consigli su come scrivere il CV e affrontare i colloqui;
  • Sii paziente! Una volta inviato il CV dovrai aspettare con molta calma poiché le tempistiche possono essere anche molto lunghe. Ma la tua attesa potrebbe essere ripagata con l’appuntamento per una interview di lavoro!
  • Ovviamente, in sede di colloquio, dovrai dimostrare una buona conoscenza dell’inglese, sufficiente non solo per scrivere gli articoli ma anche per interagire con la redazione. Tuttavia non è detto che una certificazione sia l’arma vincente:di solito i direttori e i recruiter preferiscono prove di scrittura pratica e un portfolio ben strutturato;
  • Ecco perché dovresti preparare un portfolio completo e corredato da numerosi articoli scritti in inglese.

Corsi di inglese per studenti di Comunicazione e Marketing

 

Ti è piaciuto I’articolo?

Non perderti più nulla da My English School. Tutte le ultime news - consigli - promozioni esclusive per te.


RIMANI AGGIORNATO CON LA NOSTRA NEWSLETTER