Impara l’inglese ascoltando Cheap Thrills di Sia

Impara l’inglese ascoltando Cheap Thrills di Sia

Torna l’appuntamento con la grande musica e con gli artisti internazionali che ci aiutano a imparare l’inglese con i loro successi più suonati! Questa settimana è la volta dell’enigmatica cantautrice australiana Sia (hai presente Chandelier, Plastic Heart e Alive?). Oggi infatti scopriremo una delle sue hit più famose: stai per leggere le curiosità e il testo di Cheap
Tempo di lettura: 4 minuti
Pubblicato il Gennaio 15, 2020 - di alessia parrini

Torna l’appuntamento con la grande musica e con gli artisti internazionali che ci aiutano a imparare l’inglese con i loro successi più suonati!
Questa settimana è la volta dell’enigmatica cantautrice australiana Sia (hai presente Chandelier, Plastic Heart e Alive?). Oggi infatti scopriremo una delle sue hit più famose: stai per leggere le curiosità e il testo di Cheap Thrillssingolo estratto dall’album This Is Acting. Perché chi impara l’inglese ascoltando la musica e guardando i film memorizza meglio ciò che ascolta e ciò che guarda!

Impara l’inglese ascoltando Sia: storia e testo di Cheap Thrills

La storia

Questo brano è stato scritto proprio da Sia assieme al suo produttore ma, originariamente, era stato pensato per essere interpretato da Rihanna che, invece, si rifiutò. Esistono due versioni di questa canzone: una cantata dalla sola Sia e l’altra, uscita il 10 febbraio 2016, incisa assieme al rapper giamaicano Sean Paul.

Il videoclip

Il video girato per la versione incisa assieme a Sean Paul mostra una coppia di ballerini senza volto con indosso delle parrucche bicolore che vince un concorso di ballo alla tv durante uno spettacolo. Il tutto è in bianco e nero ed ha un sapore molto vintage.
Tuttavia oggi vorrei proporti la versione cantata dalla sola Sia il cui videoclip, invece, ha come protagonista la piccola Maddie Ziegler (giovanissima ballerina già vista in alcuni video della cantante australiana).

Tu cosa puoi fare?

La canzone ha un testo semplice e piuttosto ripetitivo (il ritornello è facile da ricordare e le strofe sono davvero molto simili le une alle altre) che ti consiglio di ascoltare con attenzione per capirne il senso.

Cheap Thrills (testo)

Come on, come on, turn the radio on
It’s Friday night and I won’t be long
Gotta do my hair, I put my make up on
It’s Friday night and I won’t be long
‘Til I hit the dance floor
Hit the dance floor
I got all I need
No I ain’t got cash
I ain’t got cash
But I got you baby

CHORUS
Baby I don’t need dollar bills to have fun tonight (I love cheap thrills)
Baby I don’t need dollar bills to have fun tonight (I love cheap thrills)
I don’t need no money
As long as I can feel the beat
I don’t need no money
As long as I keep dancing

Come on, come on, turn the radio on
It’s Saturday and I won’t be long
Gotta paint my nails, put my high heels on
It’s Saturday and I won’t be long

‘Til I hit the dance floor
Hit the dance floor
I got all I need
No I ain’t got cash
I ain’t got cash
But I got you baby

CHORUS (…)

La, la, la, la, la, la (I love cheap thrills)
La, la, la, la, la, la (I love cheap thrills)
La, la, la, la, la, la (I love cheap thrills)
La, la, la, la, la (I love cheap thrills)

Vocabulary

Cheap Thrills: brividi a buon mercato, emozioni da poco;
Gotta: attenzione, questa è una forma slang (quindi “poco corretta” ma molto usata nel linguaggio parlato) ed è la contrazione di have got to;
To hit the dance floor: ballare;
Ain’t: attenzione, questa è un’altra forma slang (quindi “poco corretta” ma molto usata nel linguaggio parlato) che sta per am not, are not, is not, have not, has not.
I don’t need no money: in teoria questa frase è scorretta perchè si tratta di una double negative. Sarebbe più corretto dire I don’t need money o, al limite, I don’t need any money.

Adesso perché non provi a cimentarti nella versione cantata assieme a Sean Paul? É un po’ più lunga e l’accento caraibico di Sean è davvero particolare ma l’aspetto positivo è che tutto il videoclip è corredato di sottotitoli molto vintage (e molto utili)!

Impara l’inglese ascoltando la musica del momento!

Come hai potuto vedere nel testo di Cheap Thrills ci sono molte parole che tecnicamente non sarebbero corrette, ma che nel parlato vengono usate senza problemi, anzi, sono ciò che distinguono un madrelingua da chi invece non lo è: se vuoi imparare un po’ di slang inglese, tipico soprattutto della scena musicale rap, qui trovi finalmente quello che stavi cercando! Nei programmi scolastici tradizionali alcuni aspetti della lingua vengono per forza di cose tralasciati; per questo, frequentando un corso di inglese e chiacchierando con un insegnante madrelingua riesci ad approfondire la grammatica e anche tutte le sfumature dello speaking.

Ti è piaciuto I’articolo?

Non perderti più nulla da My English School. Tutte le ultime news - consigli - promozioni esclusive per te.


RIMANI AGGIORNATO CON LA NOSTRA NEWSLETTER