Cosa è successo agli Oscar 2016

Cosa è successo agli Oscar 2016

Si è tenuta la scorsa notte la cerimonia di consegna dei premi Oscar presso il Dolby Theatre di Los Angeles ma se anche tu, come molti, sei stato colto dal sonno, don’t panic! Se vuoi sapere cosa è successo agli Oscar 2016 questa è la lista dei 15 momenti più importanti e di cui parleremo
Tempo di lettura: 5 minuti
Pubblicato il Febbraio 29, 2016 - di alessia

Si è tenuta la scorsa notte la cerimonia di consegna dei premi Oscar presso il Dolby Theatre di Los Angeles ma se anche tu, come molti, sei stato colto dal sonno, don’t panic!

Se vuoi sapere cosa è successo agli Oscar 2016 questa è la lista dei 15 momenti più importanti e di cui parleremo ancora molto nei prossimi giorni.

1. #IOSTOCONLEO

Finalmente Leonardo DiCaprio stringe fra le mani il trofeo tanto sospirato… e noi possiamo dormire sonni tranquilli perché la storia “Leonardo DiCaprio che proprio non riesce a vincere un Oscar” ci aveva un po’ stufato. In effetti gli ci sono voluti più di 20 anni ma alla fine, molto emozionato, ha ricevuto la meritatissima statuetta per il suo ruolo da protagonista in “The Revenant”. 

2. ENNIO FOR PRESIDENT

Alla veneranda età di 87 anni, l’italiano Ennio Morricone vince l’Oscar per la miglior colonna sonora di “The Hateful Eight”, l’ultimo film di Quentin Tarantino. Il grande musicista/compositore viene accolto da una generale standing ovation e ringrazia pubblico e giuria rigorosamente in italiano, dedicando la vittoria alla moglie Maria.

3. #OSCARSSOWHITE

Nel suo monologo iniziale Chris Rock, conduttore di questa edizione degli Oscar, si scaglia contro le disparità di trattamento fra attori bianchi e neri, sottolineando un razzismo velato ma ancora presente nel panorama cinematografico hollywoodiano.

4. ALEJANDRO G. INARRITU FA IL BIS

Nell’edizione 2015 aveva vinto la statuetta per la miglior regia (quella di “Birman”); quest’anno, il regista messicano, fa il bis con “The Revenant”. Una doppietta che entra nella storia del cinema e che, in passato, era riuscita solo a John Ford (1941-42) e Joseph L. Mankiewicz (1950-51).

5. LADY GAGA DA BRIVIDO

Avevamo appena finito di congratularci con lei per la sua performance durante il Super Bowl e per il suo omaggio a David Bowie; ma anche ieri sera Lady Gaga ha dato il meglio di sé e si è esibita cantando un brano intitolato “Til it happens to you”. Il pezzo, candidato all’Oscar nella categoria miglior canzone originale, vuole essere una denuncia contro gli abusi sessuali e racconta una dolorosa esperienza vissuta dalla cantante. Standing ovation (meritata) per Gaga.

6. “IL CASO SPOTLIGHT”

Il film più impegnato in corsa quest’anno, “Il caso Spotlight”, ha sbaragliato “The Revenant” nella corsa alla statuetta per il miglior film; la pellicola, che racconta l’inchiesta giornalistica condotta da alcuni reporter del Boston Globe sulla pedofilia nella chiesa americana, ha vinto anche il premio per la migliore sceneggiatura originale.

7. “MAD MAX: FURY ROAD” SI AGGIUDICA I PREMI TECNICI

Il film post-apocalittico di George Miller ha fatto scorpacciata di premi tecnici: miglior montaggio, migliori costumi, miglior montaggio sonoro, miglior sonoro, migliore scenografia, miglior trucco e acconciatura. I premi per la miglior fotografia e per i migliori effetti speciali, sono andati rispettivamente a “The Revenant” ed “Ex Machina”.

8. “INSIDE OUT”: ELOGIO DELLA TRISTEZZA

L’emozionante film Pixar è stato consacrato miglior film d’animazione dell’anno. Il regista ha detto «Non abbiate paura della tristezza. Vi servirà per creare qualcosa di importante nella vostra vita».

9. CHARLIZE THERON IN ROSSO, CATE BLANCHETT “PETALOSA”

Sul red carpet se ne sono viste, anche quest’anno, delle belle: Cate Blanchett ha sfoggiato un abito bello ma “petaloso”; Charlize Theron ha sfilato in rosso e con una scollatura vertiginosa; spacco mozzafiato color smeraldo per Rachel McAdams. Sono certa che, presto, avremo le pagelle sugli abiti: questione di minuti!

10. JACOB TREMBLAY E LA PASSIONE PER STAR WARS

Jacob Tremblay ha 9 anni ed è il piccolo protagonista di “Room”. Nonostante le movenze e il carisma da attore consumato, Jacob è anche un grande fan di Star Wars tanto che ieri sera sfoggiava un paio di gemelli del Millennium Falcon e i calzini di Darth Vader. Al momento dell’entrata in scena del trio di droidi C-3PO, R2-D2 e BB-8, il bambino era visibilmente emozionato!

11. INDIMENTICABILE AMY

Ha vinto, nella categoria miglior documentario, “Amy”, il film sulla vita della giovane cantante inglese Amy Winehouse, scomparsa nel 2011 a soli 27 anni.

12. L’ORSO IN SALA

Sui social si era tanto scherzato a proposito della possibile vittoria dell’Oscar da parte dell’orso di “The Revenant” come migliore attore protagonista (al posto di DiCaprio). E, in effetti, l’orso c’era davvero: era in prima fila e applaudiva entusiasta!

13. SAM SMITH E LA MIGLIOR CANZONE

Il premio per la miglior canzone è stato vinto dal cantante britannico Sam Smith che lo ha dedicato alla comunità LGBT.

14. LEONARDO DICAPRIO E KATE WINSLET INSIEME SUL RED CARPET

Per la gioia di tutti i fan la coppia DiCaprio/Winslet ha posato sul red carpet, regalando scatti ghiotti a tutti i giornalisti (e ai gossippari incalliti); in realtà i due attori sono molto amici da quando, una vita fa, girarono insieme “Titanic”. La Winslet era anche visibilmente emozionata mentre Leo teneva il suo discorso di ringraziamento per l’Oscar appena vinto.

15. RAZZIE AWARDS, 50 SFUMATURE DI GRIGIO STRAVINCE

Ma l’appuntamento più divertente a proposito di premi cinematografici si è tenuto il giorno precedente alla consegna ufficiale: sto parlando dei temutissimi Razzie Awards! A vincere il premio come film più brutto dell’anno sono stati “50 sfumature di grigio” e “Fantastic 4” (premio assegnato ex aequo). Inoltre Dakota Johnson e Jamie Dorman (protagonisti della scandalosa pellicola ispirata ai libri di E. L. James) si sono aggiudicati i premi per la peggiore attrice protagonista, quello per il peggiore attore protagonista e persino quello per la peggiore coppia sullo schermo: una vittoria schiacciante!

Ti è piaciuto I’articolo?

Non perderti più nulla da My English School. Tutte le ultime news - consigli - promozioni esclusive per te.

RIMANI AGGIORNATO CON LA NOSTRA NEWSLETTER