Judy Garland – Somewhere Over the Rainbow

Judy Garland – Somewhere Over the Rainbow

Scommetto che l’hai sentita e risentita, cantata da personaggi più o meno noti ma forse non sai che Somewhere Over the Rainbow è un brano piuttosto datato che fu interpretato per la prima volta dalla giovanissima Judy Garland: infatti il brano fu scritto nel 1939 per il film The Wizard of Oz, pellicola in cui Judy interpretava la
Tempo di lettura: 3 minuti
Pubblicato il Giugno 30, 2016 - di alessia

Scommetto che l’hai sentita e risentita, cantata da personaggi più o meno noti ma forse non sai che Somewhere Over the Rainbow è un brano piuttosto datato che fu interpretato per la prima volta dalla giovanissima Judy Garland: infatti il brano fu scritto nel 1939 per il film The Wizard of Oz, pellicola in cui Judy interpretava la piccola Dorothy.

La canzone viene cantata da Dorothy quasi all’’inizio del film: la bambina, infatti, ha appena cercato di raccontare (invano) agli zii una storia divertente a proposito di Toto, il suo cagnolino. Al loro invito di andare da qualche altra parte,la bimba si trova a fantasticare a proposito di un luogo in cui non ci siano problemi o preoccupazioni:

Dovrebbe essere un posto che non si può raggiungere da una barca, o un treno. E dovrebbe essere molto, molto lontano. Oltre la luna, al di là della pioggia…

Il testo della canzone parla, quindi, di speranza e invita le persone a non farsi fermare dalle difficoltà della vita: è importante credere nell’esistenza di un luogo così, lontano e bellissimo.
Proprio per via del suo messaggio positivo, questo brano è stato spesso utilizzato come vero e proprio “inno” di vari movimenti per i diritti civili e, in più, è stato oggetto di innumerevoli cover. La più famosa è probabilmente quella realizzata dal cantante hawaiano Israel Kamakawiwo’ole che realizzò un medley di questo brano con What a Wonderful World di Louis Armstrong.

Il testo della canzone è breve e davvero semplice da capire, il che lo rende adatto per studenti di livello beginner e intermediate.
Al livello di grammatica inglese, possiamo servircene per capire come si forma e quando si usa il simple future:

soggetto + will + verbo

e.g. I will wish

Il simple future viene utilizzato:

  • Per decisioni prese nel momento in cui si parla (e.g. I will eat an apple);
  • Per fare una previsione (e.g. It will rain, tomorrow);
  • Nelle conditional sentences di primo tipo (e.g. If it rains, I will bring an umbrella).

Judy Garland – Somewhere Over the Rainbow

Somewhere over the rainbow
Way up high
There’s a land that I heard of once in a lullaby

Somewhere over the rainbow
Skies are blue
And the dreams that you dare to dream really do come true

Someday I’ll wish upon a star
And wake up where the clouds are far behind me
Where troubles melt like lemon drops
A way above the chimney tops
That’s where you’ll find me

Somewhere over the rainbow
Blue birds fly
Birds fly over the rainbow
Why then oh why can’t I?

If happy little blue birds fly beyond the rainbow
Why oh why can’t I?

Vocabulary

lullaby= ninna nanna;

to dare= osare;

to melt= sciogliere;

like lemon drops= questa è un figura retorica che in inglese si chiama simile (la nostra similitudine) e si costruisce utilizzando la parola like (come in italiano si utilizza la parola come) per paragonare un termine a un altro; in questo caso alle gocce di limone.

chimney= camino.

Ti è piaciuto I’articolo?

Non perderti più nulla da My English School. Tutte le ultime news - consigli - promozioni esclusive per te.

RIMANI AGGIORNATO CON LA NOSTRA NEWSLETTER