Gli 11 problemi tipici del campeggiatore

Gli 11 problemi tipici del campeggiatore

Chi ama il camping lo sa: in campeggio bisogna essere pronti a tutto e organizzati poiché l’imprevisto è davvero dietro l’angolo! E non c’è niente di peggio che trovarsi a pernottare in una tenda sbilenca o umida, magari per una decina di giorni, in un bosco sperduto, fra mille zanzare e con volpi e cinghiali a
Tempo di lettura: 4 minuti
Pubblicato il Giugno 23, 2016 - di alessia

Chi ama il camping lo sa: in campeggio bisogna essere pronti a tutto e organizzati poiché l’imprevisto è davvero dietro l’angolo! E non c’è niente di peggio che trovarsi a pernottare in una tenda sbilenca o umida, magari per una decina di giorni, in un bosco sperduto, fra mille zanzare e con volpi e cinghiali a tenerti buona compagnia!

Ecco perché se la tua vacanza prevede tenda e zaino in spalla, ciò che sto per dirti si rivelerà davvero molto utile: questi sono i 10 problemi tipici del campeggiatore e… se li conosci li eviti!

1. Dimenticare qualcosa di essenziale

Per esempio i picchetti per la tenda! O, peggio ancora, la tenda interna (quella con le zip, per intenderci e, soprattutto, quella con il telo cerato da porre sul terreno!). Beh, nel caso in cui tu dovessi dimenticarla è probabile che ti troverai a dormire su erba, terra o quant’altro con il solo telone esterno che, per fortuna, ripara almeno dalla pioggia!

2. Inciampare in un reticolo di tiranti

Hai presente quando pianti la tenda e sei convinto di averla sistemata abbastanza lontano da quella del tuo vicino? Bene, niente di più sbagliato:c’è una cosa che, mentre sistemi la tenda, devi sempre tenere a mente ed è la distanza necessaria affinché i tiranti del telo esterno non siano troppo a ridosso a quelli del tuo vicino.In caso contrario stai ben sicuro che sia tu che lui inciamperete praticamente ogni giorno; l’importante è prestare attenzione perché la caduta su un picchetto può essere molto dolorosa!

3. Scoprire un foro nella tua tenda nuova di zecca

L’hai appena comprata e sei molto orgoglioso: la tua nuova tenda da campeggio è davvero super! Ma, proprio durante la prima notte di pernottamento ti rendi conto, con orrore, che nel telo interno c’è un foro o un taglio inaspettato e, se si tratta del primo giorno di 15, può davvero essere frustrante rendersi conto di dover dormire sull’umido o, peggio ancora, sul bagnato. Ma, niente panico! Per risolvere almeno momentaneamente il problema ti basterà munirti di un rotolo di nastro adesivo bello grosso.

4. Arrivare al campeggio per ultimi

Questo è, forse, il peggiore incubo di tutti i campeggiatori: arrivare per ultimi edoversi accontentare del posto rimasto. Con molta probabilità quello in discesa! Ma non temere: sarà divertente rotolare durante la notte!

5. Scegliere il posto sbagliato

Oppure potrebbe capitarti di aver scelto il posto più sbagliato di tutto il campeggio: la radura tanto carina ma che nasconde pozzanghere d’acqua melmosa, il fresco spiazzo sotto agli alberi che nessuno ha scelto poiché popolato da vicini rumorosi, la piazzola tranquilla finché non scopri che, nella tenda vicina, dorme un gruppo di ragazzi con un paio di chitarre al seguito.

6. Farsi la doccia per ultimo

Può sembrare una buona idea quella di recarsi nei bagni del campeggio dopo tutti gli altri; in realtà non c’è niente di più sbagliato! Già, perché al termine di una lunga giornata ti accorgerai che l’acqua calda sarà completamente e inesorabilmente finita. Ritenta, sarai più fortunato!

7. Uscire dalla tenda nel cuore della notte

La maledizione del campeggiatore aleggia su ogni campeggio del mondo: se ti sei preparato per la notte, sei già nel sacco a pelo e hai spento la luce, c’è una cosa che certamente accadrà.Dovrai uscire per fare pipì: un classico da film horror!

8. Subire un attacco di zanzare

Uno dei peggiori incubi di ogni campeggiatore: subire un attacco di zanzare/pappataci/insetti di ogni tipo che si avventano impietosi su di te. E puoi star sicuro che avrai dimenticato a casa lo spray repellente.

9. Svegliarsi di soprassalto nel cuore della notte

Se sei un campeggiatore alle prime armi c’è una cosa che, probabilmente, ti terrorizzerà: essere svegliato nel cuore della notte da strani rumori inquietanti provenienti dal bosco. É probabile che si tratti solo di un tenero anatroccolo ma è ovvio che penserai sia un orso o, magari, un serial killer pazzo che cerca innocenti escursionisti da uccidere.

10. Lasciare i piatti sporchi fuori dalla tenda

In alternativa (ma dipende anche da dove ti trovi) può trattarsi di qualcosa di più grosso di un tenero anatroccolo, tipo un cinghiale o un gruppo di volpacchiotti (e qui parlo per esperienza personale) intenti a leccare pentole e padelle lasciate incautamente sporche fuori dalla tenda.Mai, mai, mai lasciare cibo e piatti sporchi nelle vicinanze di dove si campeggia!Gli animali di qualsiasi razza e dimensione ti faranno certamente visita e non è davvero il caso!

11. Il sasso sotto la tenda

Ma c’è un’altra maledizione che colpisce più o meno tutti i campeggiatori del mondo: sei praticamente steso, pronto a un gradevole sonno ristoratore quando senti qualcosa pungolare fastidiosamente la tua schiena. E allora realizzi dinon aver spostato il sassolino che adesso ti impedisce di prendere sonno; è piccolo ma abbastanza bastardo da impedirti di chiudere gli occhi.A meno che tu non decida di alzarti e metterti a cercare sotto la tenda tentando, al buio, di tirarlo via…

Ti è piaciuto I’articolo?

Non perderti più nulla da My English School. Tutte le ultime news - consigli - promozioni esclusive per te.


RIMANI AGGIORNATO CON LA NOSTRA NEWSLETTER