Come si organizza una vacanza in bici?

Come si organizza una vacanza in bici?

Qualche anno fa un mio caro amico prese la pazza decisione di lanciarsi in un’avventura estiva in sella alla sua bici in giro fra la Toscana, l’Umbria e il Lazio. Ovviamente il tutto successe nello stupore generale di amici e parenti! Sì, perché un viaggio in bici è un’esperienza ricca di soddisfazioni davvero grandi ma,
Tempo di lettura: 5 minuti
Pubblicato il Luglio 5, 2016 - di alessia

Qualche anno fa un mio caro amico prese la pazza decisione di lanciarsi in un’avventura estiva in sella alla sua bici in giro fra la Toscana, l’Umbria e il Lazio. Ovviamente il tutto successe nello stupore generale di amici e parenti! Sì, perché un viaggio in bici è un’esperienza ricca di soddisfazioni davvero grandi ma, allo stesso tempo, è anche dura e difficile da affrontare.
Stai pensando anche tu di cimentarti in un viaggio sulle due ruote? Magari potresti farlo questa estate e se l’idea di passare le tue vacanze pedalando ti stuzzica realmente, questa lista ti salverà la vita.
Come si organizza una vacanza in bici?

  • Allena il corpo

Inutile dire che per affrontare un viaggio in bici (indipendentemente dalla sua durata ma a maggior ragione se questo dura qualche settimana) è necessario essere fisicamente preparati. L’allenamento ideale prevedere un training progressivo in cui si aumentano gradualmente durata e dislivello in modo da simulare il più possibile una giornata-tipo in vacanza. Avere buon fiato e gambe forti è essenziale; in più sarà utile possedere buoni doti di resistenza e adattamento a condizioni climatiche avverse: pioggia, caldo torrido, freddo, vento, sbalzi improvvisi di temperatura ecc.Magari poco prima della partenza vera e propria potresti allenarti sistemando la bici con i carichi che, presumibilmente, porterai con te durante il viaggio(borse, zaini ecc.): in questo modo il tuo corpo sarà allenato all’effettivo carico del mezzo.

  • Allena la mente

Ma non è solo questione di fisico e di preparazione atletica. C’è un’altra cosa che ha bisogno di training ed è la mente perché, come accade per ogni prova fisica che richiede grande sforzo, anche una vacanza in bicicletta ha bisogno di forza mentale e stabilità psichica notevole. Del restoi primi limiti alle nostre imprese non risiedono nel nostro corpo ma nella nostra testa;la forza più grande viene da dentro e, una volta trovato il modo di incanalarla, sarai capace di tutto.

  • Impara a riparare la bici

Se hai intenzione di passare la tua estate pedalando dovrai certamente imparare a riparare il tuo mezzo di trasporto. Gli imprevisti, infatti, sono dietro l’angolo e sarà necessario essere in grado di gestirli al meglio: forature, rotture di catena, sellini che si allentano o freni che non frenano sono solo alcuni dei problemi a cui potresti andare incontro. Per imparare a riparare la tua bici ti basterà rivolgerti al tuo rivenditore/riparatore di fiducia oppure potresti frequentare un corso specifico (e sono numerosi in tutta Italia); in alternativa Youtube e la rete si riveleranno un’ottima risorsa gratuita e un’inesauribile fonte di buoni consigli. Infine sarà necessario portare con sé un kit contenente tutto il necessario per sistemare i problemi più frequenti.

  • Chiedi consiglio

Parlare agli altri del tuo viaggio ti permetterà di raccogliere una serie di suggerimenti preziosi: non solo sulle migliori destinazioni ma anche per quanto riguarda tappe, percorsi ed eventuali compagni di viaggio.

  • Pianifica con attenzione e in anticipo il tuo percorso

A seconda della tua esperienza in sella alla bici dovrai scegliere un percorso specifico adatto alle tue esigenze e alle tue competenze. Sarà inutile pianificare una cronoscalata se il tuo allenamento ti consente solo di pedalare in pianura. Sempre sulla base delle tue reali esperienze dovrai poi stabilire le tappe: quanti chilometri sei in grado di percorrere in un giorno? Inutile programmare tappe troppo lontane le une dalle altre:non è il caso di affaticarsi in maniera esagerata, altrimenti potresti non farcela (e restare indietro sulla tabella di marcia) oppure potresti andare incontro a crampi, contratture e problemi fisici che porranno certamente fine al tuo viaggio.

  • Compra una guida

Le guide dedicate ai ciclisti si sprecano e non avrai difficoltà a reperirle in libreria oppure online. Portare una guida durante il viaggio ti permetterà di godere delle bellezze dei luoghi (anche le più nascoste) che potresti non scorgere dalla sella della tua bici.

  • Cerca i compagni di viaggio

A meno che tu non desideri viaggiare in completa solitudine (esperienza altamente consigliata), avere dei compagni di viaggio è l’ideale se ami condividere l’esperienza con gli altri. In più potrai sempre contare su di loro se ci saranno particolari difficoltà durante la vacanza. In questo la rete può esserti d’aiuto: oltre a siti e forum specializzati esistono, infatti, numerosi gruppi Fb che possono aiutarti a trovare i compagni di viaggio più adatti. Dovranno essere ciclisti fisicamente preparati e, soprattutto, allenati al tuo livello; se così non fosse il viaggio potrebbe rivelarsi un calvario in cui qualcuno aspetta sempre qualcun altro.

  • Scegli gli hotel più adatti

Prenota in anticipo le strutture in cui pernotterai: questo ti eviterà di metterti a cercare una sistemazione a fine giornata, magari dopo ore di pedalata sotto il sole.Cercare un ostello quando l’unica cosa che desideri è farti una doccia può essere davvero frustrante.

  • Viaggia leggero

Non è necessario portarsi dietro l’intero armadio visto, soprattutto, che tutto ciò che porterai peserà letteralmente sulle tue spalle (o comunque sul tuo mezzo). Se trascorri le vacanze sulle due ruote è vivamente consigliato un bagaglio leggero che sia poco d’intralcio e che non crei problemi alla stabilità del mezzo. Pensaci mentre prepari lo zaino!

  • Scegli l’abbigliamento giusto

Va bene viaggiare leggeri ma quel poco che porterai dovrà essere adatto alle lunghe ore in sella alla bici. Sì, quindi, all’abbigliamento tecnico specifico come i calzoncini rinforzati, le t-shirt traspiranti, gli occhiali da sole, scarpette da ciclismo e felpine leggere e impermeabili nel caso in cui la temperatura si abbassi oppure si metta a piovere.

Ti è piaciuto I’articolo?

Non perderti più nulla da My English School. Tutte le ultime news - consigli - promozioni esclusive per te.


RIMANI AGGIORNATO CON LA NOSTRA NEWSLETTER