10 consigli per il couchsurfing perfetto

10 consigli per il couchsurfing perfetto

Spesso quando si parla di couchsurfing i dubbi sono molti, soprattutto in Italia dove questa pratica non è ancora così diffusa. In più tante persone si chiedono come sia possibile ospitare in casa propria un perfetto sconosciuto e magari essere ospitati a propria volta da persone mai viste prima. Vediamo, allora, di chiarire qualche dubbio e magari di dare
Tempo di lettura: 5 minuti
Pubblicato il Gennaio 23, 2017 - di alessia

Spesso quando si parla di couchsurfing i dubbi sono molti, soprattutto in Italia dove questa pratica non è ancora così diffusa. In più tante persone si chiedono come sia possibile ospitare in casa propria un perfetto sconosciuto e magari essere ospitati a propria volta da persone mai viste prima. Vediamo, allora, di chiarire qualche dubbio e magari di dare alcune norme di comportamento.

Il couchsurfing nasce indicativamente nel 1999 allo scopo di far viaggiare gratuitamente le persone consentendo loro di pernottare in case messe a disposizione da altri viaggiatori. Senza spendere un soldo!

Ovviamente non si tratta di una metodologia di viaggio indicata a tutti: per esempio se sei una persona che ama la solitudine e non gradisci essere disturbato, forse è il caso di prendere una camera in un hotel o in un ostello. In ogni caso, per evitare brutte figure, segui questi 10 consigli per il couchsurfing perfetto: norme di comportamento valide per chi ospita, per chi è ospitato ma, in linea generale, per entrambi.

Diventa un couchsurfer perfetto!

Scopri di più sui corsi di inglese per Travellers

Norme se sei tu ad essere ospitato

  • Offri qualcosa al padrone di casa

Nonostante il couchsurfing sia una pratica gratuita, è comunque molto carino (e apprezzato) portare al padrone di casa qualcosa, tipo un piccolo dono (in fondo tu hai alloggio, docce calde, in alcuni casi cibo, passaggi, serate, etc.). Sto parlando solo di un regalino,magari qualcosa di caratteristico del tuo paese; in alternativa potresti cucinare una cena tipica!

  • Ricorda: non sei in hotel

Prima di tutto dovresti essere ordinato, rispettoso della casa e delle cose altrui; dovresti lavare i piatti e pulire ciò che sporchi. In più non dovresti attingere al frigorifero come se fossi a casa tua (perché, nonostante ciò che il padrone di casa può dirti, non sei a casa tua), non fare docce lunghissime e, in linea generale, non dovresti approfittarti dell’ospitalità del padrone di casa. Non sei in hotel ma nella casa di qualcuno.

  • Rispetta gli orari e le abitudini del padrone di casa

Sei tu l’ospite e se il padrone di casa ha orari, abitudini e impegni precisi, sei tu quello che deve adattarsi e rispettare i ritmi che lui ti chiede di rispettare.Se, invece, vuoi essere più libero e indipendente, il consiglio è di andare in hotel o in ostello.

  • Prepara un piano di riserva

Se qualcosa non dovesse andare come pensavi, sarebbe bene avere un piano di riserva. Per esempio non è raro che, fin da subito, non ci si piaccia molto fra ospitante ed ospitato; oppure possono capitare imprevisti che ti costringono, a metà soggiorno, a lasciare la tua sistemazione.In questi casi sarà meglio optare per un ostello, un hotel o avere comunque in serbo un’altra sistemazione.

  • Ricambia l’ospitalità

Ospitando a tua volta, riceverai feedback positivi e diventerai più affidabile. E più sarai affidabile, più gli altri si fideranno di te e… ti ospiteranno!

Norme se sei tu l’ospitante

  • Sii ospitale

Potrà sembrarti banale ma anche se sei tu quello che “ci mette la casa”, questo non ti autorizza a non essere carino, gentile e comprensivo con chi ospiterai.Cerca di essere il più ospitale possibile e di offrire ciò di cui il tuo ospite potrebbe avere bisogno:riposo, un bicchiere d’acqua, la wi fi o il telefono.

  • La comunicazione prima di tutto

Nel tuo annuncio descrivi nel dettaglio la sistemazione che offri (un divano, un letto singolo in una stanza singola, una brandina, un posto letto in una doppia), la zona in cui si trova la tua abitazione, quali sono i collegamenti con i mezzi pubblici e le tue esigenze personali. Soprattutto questo punto è importante:dì fin da subito quali sono i tuoi orari, le tue abitudini e soprattutto chiarisci con il tuo ospite se ci sono regole da rispettare e quali sono.La comunicazione è importante quindi non lesinare messaggi con chi dovrai ospitare; chiarire fin da subito come stanno le cose ti eviterà brutte sorprese in seguito!

  • Controlla bene e fidati del tuo istinto

Leggi bene e con attenzione tutte le referenze di chi ospiterai; magari potresti cercare il suo nome anche su Fb. Scarta i profili incompleti o poco chiari e soprattutto fidati del tuo istinto: se qualcuno non ti ispira fiducia a pelle, meglio evitare.

Norme per entrambi

  • Fai amicizia

Se hai scelto di fare CS probabilmente è perché vuoi fare un’esperienza di un certo tipo che presuppone che sia tu che l’altro facciate amicizia. Quindi devi dedicare del tempo all’altro: fate qualcosa insieme, visitate la città, fate serate etc.Fare couchsurfing significa fare un’esperienza di viaggio e di vita importante e certamente significa farsi nuovi amici.

  • Lascia un feedback

I feedback nel couchsurfing sono importantissimi poiché permettono agli altri viaggiatori di farsi un’idea precisa di chi hanno davanti: con le recensioni, infatti, si premiano gli utenti virtuosi e si segnalano quelli scorretti. Allora sii sincero ed obiettivo.

Scopri di più sui corsi di inglese per Travellers

 

Ti è piaciuto I’articolo?

Non perderti più nulla da My English School. Tutte le ultime news - consigli - promozioni esclusive per te.


RIMANI AGGIORNATO CON LA NOSTRA NEWSLETTER