Le 9 città ideali se sei un designer

Le 9 città ideali se sei un designer

Cominciamo dal principio: chi è e cosa fa un designer? Detta così, la cosa sembra un po’ generica perché il designer non è altro che un progettista che opera in numerosi ambiti diversi: ci sono i web designer, gli interior designer, i designer industriali, i designer che puntano tutto sull’architettura, i lighting designer etc. Insomma,
Tempo di lettura: 4 minuti
Pubblicato il Novembre 15, 2016 - di alessia

Cominciamo dal principio: chi è e cosa fa un designer? Detta così, la cosa sembra un po’ generica perché il designer non è altro che un progettista che opera in numerosi ambiti diversi: ci sono i web designer, gli interior designer, i designer industriali, i designer che puntano tutto sull’architettura, i lighting designer etc. Insomma, c’è un designer (quasi) per tutto mala cosa che accomuna tutte queste figure è il processo che sta alla base del lavoro di ognuno: il processo di progettazione!Ecco perché sono molto importanti, per un professionista del settore, le fonti di ispirazione che devono essere tante, potenti ed eterogenee.

Anche il contesto cittadino in cui si vive può, allora, essere più o meno adatto e più o meno “ispirante” per chi ha fatto della creatività il proprio pane quotidiano: insomma, il successo di un designer dipende anche dal vivere o meno in un ambiente che offra i giusti stimoli e queste sono le 9 città ideali se sei un designer.

Scarica la guida per infermieri all’estero

Milano (Italia)

Finiamola con la storia che in Italia non abbiamo niente di buono, di attrattivo o di creativo; Milano è una città viva, all’avanguardia, ricca di storia e al contempo di innovazione. In più è la capitale della moda e del design, ospita il famoso Triennale Design Museum; in aprile vi si tiene il Salone del Mobile; poi ci sono le varie fashion Week. E se questo non bastasse, in zona Garibaldi si trovano numerosi grattacieli firmati dai più grandi architetti del mondo… anche il famoso e suggestivo Bosco Verticale!

bosco_verticale_milan_italy

Istanbul (Turchia)

Qui vive Tamer Koseli, uno dei graphic designer più quotati al mondo. Non è raro incontrarlo in giro per la città, in cerca di ispirazione per le sue opere; visto il suo sito web e la bellezza dei suoi lavori, c’è da scommettere che Tamer sia riuscito a trovarla!

istanbul_panorama_and_skyline

Copenaghen (Danimarca)

Tutto è cominciato con un piccolo villaggio di pescatori che, nei secoli, è diventato un importante centro turistico e artistico. Nel 2008 Copenaghen fu anche nominata “la migliore città del mondo per il design”: merito, forse, degli edifici progettati da talenti locali e internazionali come Norman Foster e la compianta Zaha Hamid (che realizzò l’Ordrupgaard Museum nel 2005).

San Francisco (USA)

Gli anni Sessanta sono passati e l’epoca d’oro dei figli dei fiori è ormai lontana; tuttavia San Francisco continua ad essere meta prediletta da schiere di creativi provenienti da tutto il mondo. Nell’ultimo decennio, inoltre, la città ha cambiato volto e, accanto alle classiche case in stile, sono sorti numerosi palazzi ispirati allo stile minimal, eco sostenibili e ad impatto zero.

Dundee (Scozia)

Questa città scozzese è stata la prima città inglese ad aver ottenuto il riconoscimento da parte dell’UNESCO di Città del Design. Merito anche dei due splendidi musei cittadini, The V&A (assai futuristico) e il McManus Museum (foto sotto).

Berlino (Germania)

Non poteva certo mancare in questa classifica la città del design per eccellenza: Berlino. La capitale tedesca è infatti famosa nel mondo per il suo aspetto avanguardistico e per la sua atmosfera cosmopolita e multiculturale. Secondo l’UNESCO la città racchiude in sé molte anime e riesce perfettamente a fondere design, moda, arte, architettura e musica. Le accademie e le scuole di architettura sono numerose e annualmente attraggono studenti da tutto il mondo; sono tanti i quartieri di design (dal sapore dichiaratamente hipster); la nuova Stazione Centrale è un capolavoro di architettura; la Cancelleria federale idem; i grattacieli di Postdamer Platz sono incredibili e la piazza del Sony Center è stata progettata da Renzo Piano. Che altro dire?

Eindhoven (Olanda)

Da Eindhoven ci passano in tanti, soprattutto da quando una nota compagnia di voli low cost ha deciso fare rotta dall’Italia verso Amsterdam atterrando proprio nei suoi pressi. Ciononostante la città è famosa anche per altro: per esempio è qui che si è sviluppata la Philips ed è proprio in una sua ex-fabbrica, nel centro del paese, che è nato, da qualche anno, una sorta di incubatore e spazio espositivo per i nuovi talenti dell’arte e del design (vedi immagine). E poi è qui che si tiene la Dutch Design Week, la settimana del design olandese!

Curitiba (Brasile)

Non solo è una delle 28 città più pulite del mondo ma Curitiba è anche una città che conta ben 8 Università di design, 14 gruppi di ricerca e 461 premi in questo settore assegnati negli ultimi 10 anni! I numeri parlano da soli e persino il Giardino Botanico è meraviglioso.

Helsinki (Finlandia)

Helsinki è una città che ha fatto del design e dello stile il proprio cavallo i battaglia: addirittura, attorno al Parco Diana, si è sviluppato un vero e proprio Design District che conta circa 200 negozi. Qui, per esempio, si può visitare il Museum of Finnish Architecture. In città, invece, si possono ammirare edifici incredibili come la Cappella del Silenzio, progettata dallo studio K2S Architects, il Museo Kiasma di Steven Holl e Casa Finlandia, edificio adibito a centro congressi e progettato da Alvar Aalto.

Scarica la guida per infermieri all’estero

 

Ti è piaciuto I’articolo?

Non perderti più nulla da My English School. Tutte le ultime news - consigli - promozioni esclusive per te.


RIMANI AGGIORNATO CON LA NOSTRA NEWSLETTER