I paesi migliori in cui trasferirsi (e cosa fare)

I paesi migliori in cui trasferirsi (e cosa fare)

Ho deciso: basta, cambio vita! Faccio la valigia, salgo su un aereo e saluto tutti: famiglia, amici, fidanzati e fidanzate. Parto alla scoperta di posti nuovi, verso un futuro migliore, lontano dalle preoccupazioni, dallo stress quotidiano e dal caos cittadino! Bene. Adesso immagina che questo sia proprio il tuo piano: immagina di aver acquistato un
Tempo di lettura: 6 minuti
Pubblicato il March 15, 2016 - di alessia

Ho deciso: basta, cambio vita! Faccio la valigia, salgo su un aereo e saluto tutti: famiglia, amici, fidanzati e fidanzate. Parto alla scoperta di posti nuovi, verso un futuro migliore, lontano dalle preoccupazioni, dallo stress quotidiano e dal caos cittadino!
Bene. Adesso immagina che questo sia proprio il tuo piano: immagina di aver acquistato un biglietto aereo e fatto la valigia. Immagina di essere pronto a lasciare tutto, di essere in cerca di una vita nuova, diversa, migliore.
Un’altra vita, in un altro luogo. Dove andresti?

Non certo in un posto a caso: infatti ci sono alcune destinazioni perfette se vuoi ricominciare tutto da capo! Devi solo scoprire quali sono i paesi migliori in cui trasferirsi (e cosa fare).

Canada

montreal-910653_1280

Se dici Canada la prima cosa a cui pensi è l’alto costo della vita. Già, ma pensa anche alle immense città, alle foreste lussureggianti, alla nightlife entusiasmante: Toronto, Vancouver, Montréal… sono fra i centri più vivibili al mondo. C’è solo l’imbarazzo della scelta!

Perché? Perché il paese è sicuro, pacifico e vivibile. Le città sono grandi e cosmopolite ma anche ricche di eventi, giovani e stimolanti.

Come? La prima cosa da fare è rinfrescare la propria conoscenza dell’inglese (ma anche il francese è consigliato). Poi, una volta giunti in Canada, di solito si hanno due scelte.
Ci si può prima di tutto proporre comeTemporary Foreign Workers: in questo modo si lavora per 6 mesi e, per altri 6, si vive nel paese “da turista”(in questo caso si deve dimostrare di avere possibilità economiche).
In alternativa si può essere“sponsorizzati” da un datore di lavoro canadeseche decide di “investire” su uno straniero; può essere difficile trovare uno sponsor ma, se ti dai da fare e dimostri il tuo valore, è possibile!

Che lavoro fare? In Canada il lavoro non manca e le figure ricercate sono principalmente quelle di alto profilo (ingegneri, medici, avvocati) ma si trovano interessanti offerte rivolte anche al personale dell’industria energetica o del settore turistico.

Da sapere. Il Canada è uno dei paesi più freddi al mondo e conviene partire preparati. L’area con le temperature più alte è la British Columbia; in ogni caso guanti, cappello e sciarpa saranno i tuoi migliori alleati.

Canarie

paragliding-754139_1920

L’arcipelago delle Canarie è composto da 9 isole di origine vulcanica e si trova nell’Oceano Atlantico:Tenerife, Fuerteventura, Gran Canaria, Lanzarote, La Palma, La Gomera, El Hierro sono le principali.La zona è considerata quella con il miglior clima al mondo: pensa a una vita con 21 gradi di temperatura media annuale!

Perché? Perché il paesaggio è caratteristico e meraviglioso, la natura è incontaminata e affascinante e l’atmosfera che si respira è tranquilla e rilassata. Inoltrele isole Canarie godono di agevolazioni fiscali per chi decide di investire sul territorio; l’IVA è più bassa rispetto all’Italiae ciò fa di questo luogo la meta ideale di startupper e imprenditori.

Come? Uno strumento prezioso per chi si accinge a cercare un lavoro è senza dubbio il sito del SEPE (Servizio Publico De Empleo Estatal); in alternativa ci si può affidare a una delle numerose agenzie di intermediazione per il lavoro.

Che lavoro fare? In un luogo del genere i settori in cui c’è maggiore richiesta sono senza dubbio quello turistico (guide, accomodation, hospitality) e quello della ristorazione.

Da sapere. Preparati a uno stile di vita molto più tranquillo e rilassato e non avere fretta: in fondo, se hai scelto di trasferirti qui, è perché volevi sfuggire al caos quotidiano!

Florida

beach-1212638_1920

La Florida è considerata dagli americani meta ideale per ritirarsi dopo una lunga vita di lavoro: infatti sono tantissimi i pensionati che decidono di stabilirsi proprio qui per godersi i risparmi, il clima mite e le splendide spiagge. Ma, ovviamente, non si tratta solo di un paradiso per pensionati: Miami, per esempio, è una città viva e cosmopolita che attira gente di ogni età e proveniente da ogni paese.

Perché? Innanzitutto per il clima tropicale e soleggiato, per le spiagge incredibili ma anche per il regime fiscale favorevole (cosa che rende la Florida meta prediletta di chi desidera avviare un’impresa). Inoltre Miami si trova in posizione strategica fra il nord e il sud del continente americano e, a detta di molti, questo la rende una città di stile “europeo” che aiuterebbe i migranti provenienti dal Vecchio Continente a sentirsi meno spaesati.

Come? Purtroppo i visti di immigrazione rappresentano, spesso, un problema per chi voglia trasferirsi. Il primo passo sarà, quindi, capire se si hanno tutti i requisiti richiesti per ottenere un visto di lavoro (o studio). Altrimenti puoi sempre incrociare le dita e sperare nella lotteria per la Green Card!

Che lavoro fare? In un luogo gettonato come la Florida il settore in cui c’è più richiesta e che non sente crisi è sicuramente quello immobiliare. In alternativa puoi optare per il settore turistico e della ristorazione.

Da sapere. Qui le estati sono davvero bollenti e ricorda che la sabbia, anche se bianca, finissima e incorniciata da splendide palme, può essere davvero ustionante!

Baleari

balearic-islands-dreams-824939_1920

Di nuovo Spagna; stavolta parliamo delle isole Baleari, un arcipelago nel mar Mediterraneo le cui principali isole sonoMaiorca, Minorca, Ibiza e Formentera.

Perché? Il clima è davvero perfetto: gli inverni sono miti e le estati sono calde ma ventilate. Inoltre il paesaggio è meraviglioso! Ma, natura a parte, ciò che spinge maggiormente a scegliere una delle Baleari come meta è, senza dubbio, il basso costo della vita (eccezion fatta per Ibiza e Formentera in estate). Diciamo che,nonostante un aumento dei prezzi durante la stagione estiva, si vive ancora molto bene rispetto alle grandi città italiane.

Come? Se il tuo sogno è quello di trasferirti in Spagna la prima cosa da fare è richiedere il N.I.E. (Número de Identidad de Extranjero) e il numero di previdenza sociale. Il primo è una sorta di codice fiscale (che si può richiedere presso le stazioni di Polizia) mentre il secondo serve per lavorare, per versare i contributi, maturare la pensione e ad avere diritto all’assistenza sanitaria.

Che lavoro fare? Il settore legato al turismo è certamente il più sviluppato e fiorente; tuttavia, negli ultimi anni, proprio a causa del basso costo della vita, qui si sono spostate tantissime aziende e attività di telelavoro e marketing, attività multimediali e servizi per il tempo libero.

Da sapere. Se hai mai fatto anche solo un viaggio in Spagna saprai che i ritmi della vita spagnola sono molto diversi dai nostri e che la giornata è scandita in maniera differente. L’abitudine spagnola a fare lunghe pause pomeridiane fa sì che gli orari di apertura e chiusura di molti negozi siano un po’ strani per un forestiero: si apre alle 10 del mattino, si fa pausa dalle 14 alle 17 e si chiude alle 21. Ovviamente anche l’orario dei pasti slitta di qualche ora: all’inizio sarà dura ma… ci farai l’abitudine!

Ti è piaciuto I’articolo?

Non perderti più nulla da My English School. Tutte le ultime news - consigli - promozioni esclusive per te.


RIMANI AGGIORNATO CON LA NOSTRA NEWSLETTER