Cosa valutare quando scegli un corso di inglese per i dipendenti?

Cosa valutare quando scegli un corso di inglese per i dipendenti?

La conoscenza dell’inglese è ormai prerogativa della maggior parte dei luoghi di lavoro; nel commercio, per esempio, la terminologia ha preso in prestito numerosi vocaboli inglesi e non conoscerli può rappresentare un grosso limite professionale. Per non parlare dell’uso del PC e, più in generale, del settore della tecnologia! Infine, in un periodo di crisi
Tempo di lettura: 5 minuti
Pubblicato il Marzo 9, 2017 - di alessia

La conoscenza dell’inglese è ormai prerogativa della maggior parte dei luoghi di lavoro; nel commercio, per esempio, la terminologia ha preso in prestito numerosi vocaboli inglesi e non conoscerli può rappresentare un grosso limite professionale. Per non parlare dell’uso del PC e, più in generale, del settore della tecnologia! Infine, in un periodo di crisi per gli affari, è ovvio che le aziende guardino all’estero e cerchino di allacciare rapporti con clienti e partner fuori dai confini nazionali: ecco perché l’inglese è conoscenza trasversale necessaria e imprescindibile per chi lavora in un’azienda.

Dotare i propri dipendenti degli strumenti linguistici giusti affinché possano lavorare bene e al massimo delle loro potenzialità è, allora, non solo importante ma strategico: un corso di inglese aziendale può salvare un’azienda perché migliora le competenze del team, lo rende più professionale, apre a opportunità internazionali e rende l’azienda nel suo complesso più credibile e competitiva agli occhi di partner e clienti internazionali. Tuttavia, quando si sceglie un corso di inglese per i propri dipendenti, ci sono alcune accortezze da adottare poiché una scelta sbagliata può compromettere drasticamente il risultato finale.

Scopri i corsi di inglese per la tua azienda

Cosa valutare quando scegli un corso di inglese per i dipendenti?

Una volta individuata una carenza linguistica nel team, sarà necessario rivolgersi ad un professionista della formazione linguistica che sia in grado di riconoscere le problematiche, individuare le esigenze e fornire risposte pensate per andare in contro non solo all’azienda ma anche ai singoli. Ma quali sono le variabili da tenere in considerazione quando si sceglie una scuola di inglese e un corso per i propri dipendenti?

  • Corso durante l’orario di lavoro o fuori orario?

La scelta migliore è, senz’altro, quella di programmare lo studio durante l’orario di ufficio. La scuola scelta, quindi, dovrà avere orari che consentano di rispondere a questa esigenza: il rischio di far fare il corso di inglese fuori dall’orario di lavoro è che lo si frequenti senza voglia, con la diretta conseguenza di non ottenere risultati, far perdere tempo al dipendente e soldi all’azienda.

E ricorda che se i corsi vengono organizzati durante l’orario di lavoro, la scuola d’inglese dovrà essere in grado di gestire l’alternarsi di più gruppi, così da non fermare il processo produttivo e le attività aziendali.

  • Corso in azienda o in school?

La scuola d’inglese che sceglierai dovrà essere in grado di erogare i suoi servizi sia in azienda (nel caso in cui tu abbia gli spazi e, per necessità logistiche, preferisca non far spostare i dipendenti) che all’interno del proprio centro (cioè dovrà poter accogliere un certo numero di dipendenti ed essere in grado di smistarli in gruppi). Infine, su richiesta, dovrebbe anche poter erogare i suoi servizi per via telematica, per esempio su Skype o su piattaforme che consentano lezioni a distanza.

  • Corsi one-to-one o corsi di gruppo?

Poi dovrai valutare se sia meglio organizzare corsi one-to-one o corsi di gruppo: i primi sono corsi individuali durante i quali lo studente ha a disposizione un insegnante che lo segue in maniera esclusiva e personalizzata, realizzando un percorso didattico su misura per lui. Questa tipologia di erogazione si rivela efficace nella formazione di figure determinanti per il business aziendale o che di solito non lavorano in team: un ingegnere, un responsabile commerciale, un dirigente, per esempio.
Se invece il lavoro prevede strette collaborazioni e frequenti riunioni, sarà da preferire un corso di gruppo che consenta di praticare l’inglese in un contesto condiviso. In questo caso la scuola erogatrice del corso dovrà tenere in considerazione diversi fattori: il livello dei partecipanti e le mansioni degli stessi (sarebbe da preferire, infatti, che i partecipanti lavorassero tutti nello stesso settore dell’azienda o in settori affini).

  • Il livello dei partecipanti

Il livello di conoscenza linguistica all’interno di un’azienda non è mai omogeneo; si possono trovare persone che non hanno mai studiato l’inglese, ci potrebbe essere chi ha un livello medio e chi, invece, non è fluente ma ha buone basi di grammatica etc. L’ideale sarebbe creare gruppi di studio omogenei poiché persone a livelli diversi potrebbero avere difficoltà nel praticare la lingua; in ogni caso sarà compito della scuola di inglese testare questo livello tramite un test o una interview.

  • L’età dei dipendenti

L’età dei dipendenti è una variabile importantissima che non va mai trascurata. I dipendenti di un’azienda sono adulti e il corso di inglese dovrà essere calibrato sulle esigenze di studenti che potrebbero non avere dimestichezza e scioltezza nell’apprendere un’altra lingua. L’apprendimento di una nuova lingua in età matura, infatti, non è mai semplice come l’apprendimento da bambini!

  • Le competenze da acquisire

Quando si sceglie un corso di inglese per i propri dipendenti si devono stabilire quali competenze il team dovrà necessariamente acquisire. L’azienda opera in uno specifico settore e i dipendenti necessitano di acquisire termini di un certo tipo? Parlane con il formatore: il corso dovrà prevedere un tipo di formazione mirata per il settore di tuo interesse.

Tuttavia ci sono alcuni aspetti imprescindibili che dovranno necessariamente essere inclusi nel percorso formativo; si tratta di competenze decisive che contribuiscono certamente al successo di un business:

  • English for networking: l’inglese che consente di costruire rapporti personali e professionali in ufficio;
  • English for meeting: quello che consente di intervenire e interagire durante gli incontri e le riunioni di lavoro;
  • English for email: quello che ti permette di scrivere una email di lavoro chiara e senza errori;
  • English for telephoning: l’inglese per acquisire dimestichezza con le telefonate di lavoro;
  • English for management: l’inglese per i dirigenti e per chi ha compiti di gestione;
  • English for presentations: quello per esporre presentazioni di lavoro efficaci e coinvolgenti;
  • English for negotiations: l’inglese utile alla gestione delle contrattazioni commerciali.

Scopri i corsi di inglese per la tua azienda

 

Ti è piaciuto I’articolo?

Non perderti più nulla da My English School. Tutte le ultime news - consigli - promozioni esclusive per te.

RIMANI AGGIORNATO CON LA NOSTRA NEWSLETTER