Com’è la vita: Toronto

Com’è la vita: Toronto

Sebbene il Canada sia una terra davvero estesa e ricca di importanti città tutte ugualmente vivibili e interessanti, abbiamo scelto di parlare di Toronto poiché circa il 56% di chi emigra in terra canadese si trasferisce proprio nel capoluogo di provincia dell’Ontario (non è un caso che qui sia presente la più grande comunità italiana
Tempo di lettura: 5 minuti
Pubblicato il Agosto 14, 2016 - di alessia

Sebbene il Canada sia una terra davvero estesa e ricca di importanti città tutte ugualmente vivibili e interessanti, abbiamo scelto di parlare di Toronto poiché circa il 56% di chi emigra in terra canadese si trasferisce proprio nel capoluogo di provincia dell’Ontario (non è un caso che qui sia presente la più grande comunità italiana di tutto il Canada).

Scarica la guida per infermieri all’estero

ALLOGGI

Il costo della vita a Toronto è generalmente più alto rispetto a quello in Italia; in particolare, se confrontiamo i prezzi della città canadese con quelli medi di Roma, risulta evidente che nella prima affitti, servizi e generi alimentari sono più cari rispetto alla seconda (fonte: Numbeo).

Per quanto riguarda il settore immobiliare canadese (che negli ultimi anni ha vissuto un periodo di leggera crisi), al momento pare esserci una sovrabbondanza di sistemazioni, tanto che, non è raro imbattersi in stabili completamente sfitti e inabitati.

A Toronto i prezzi medi per l’affitto sono:

  • da $500 a $1.200 circa (350-900€) al mese per un appartamento con una camera;
  • da $900 a $1.500 circa (650-1.100€) al mese per un appartamento con due camere.

In caso di dubbi a proposito di contratti, diritti e doveri, l’Organizzazione a sostegno degli immigrati offre consulenze ai cittadini stranieri che abbiano difficoltà a comprendere i termini del contratto di locazione.

To know

Gli annunci di privati che vendono/affittano la loro casa sono, di solito, pubblicati in apposite sezioni dei quotidiani locali o su alcuni siti Internet specifici. In più, al momento di stipulare il contratto, ti verrà chiesto di versare una intera mensilità come anticipo.

COSTO DELLA VITA E COSTI RELATIVI AL TRASFERIMENTO

Abbiamo già detto che Toronto è una città cara e chi si appresta al trasferimento dovrà stanziare una discreta cifra iniziale che gli consentirà di vivere almeno per il primo mese.

Ecco uno schema indicativo di quali potrebbero essere le spese da sostenere subito:

  • CAD 1.000: appartamento condiviso non in centro (incluse bollette);
  • CAD 900: anticipo di una mensilità al momento dell’affitto;
  • CAD 150: abbonamento ai mezzi pubblici;
  • CAD 400: generi alimentari.

Se a questo aggiungiamo una media di circa CAD 400 da spendere in tasse per l’iscrizione al collegio dell’Ontario (ma qui puoi trovare la spesa precisa e relativa a ogni provincia),la cifra indicativa che dovrai stanziare per trasferirti a Toronto sarà di circa 2.000 €.

Avere una cifra che ti consenta di sopravvivere almeno per i primi tempi in Canada è necessario anche perchéil governo canadese, per concedere il visto a chi non ha un’offerta di lavoro valida, richiede la Proof of funds. Il candidato deve cioè dimostrare di avere abbastanza liquidità per poter provvedere a se stesso e alla propria famiglia per i primi 6 mesiin Canada: qui puoi trovare gli importi per persona e per nucleo familiare.

TRASPORTI

Il modo più semplice di muoversi nel centro città è a piedi ma una valida alternativa è anche la bici:Toronto, infatti, è una città pulita e vivibile; la sua politica mira a offrire trasporti pubblici efficienti e facilitazioni per chi usa la bici invece dei mezzi a motore.I noleggi di biciclette sono davvero diffusi; in più la città è stata la prima ad aprire un passaggio sotterraneo, l’Underground Path, interamente dedicato alle bici: è lungo 27 km ed è riparato dalle intemperie; nelle sue gallerie sono presenti negozi e servizi di ogni tipo (le attività sono più di 1.200).

Per quanto riguarda, invece, il trasporto pubblico, metropolitana, autobus e tram consentono di spostarsi con facilità; la metro di Toronto è il mezzo di trasporto più usato e conta 4 linee che collegano circa 70 stazioni. Di notte è sostituita da un servizio di autobus.

Prezzi indicativi dei biglietti per metro/autobus:

  • 1 corsa $3,25;
  • Abbonamento settimanale $42,25;
  • Abbonamento mensile $141,50.

SICUREZZA

Toronto è una città sicura ma, come tutte le grandi città, presenta qualche pericolo soprattutto in alcune zone e soprattutto quando fa buio: la parte più a est di Yonge Street e più o meno tutti i parchi cittadini, durante la notte, sono da evitare (così come è il caso di prestare attenzione ai borseggiatori sui mezzi di trasporto e nei luoghi affollati). In ogni caso ti basterà sapere che, secondo un rapporto del 2015 stilato dall’Economist,Toronto è l’ottava città più sicura al mondo per quanto riguarda la sicurezza digitale e personale.

CLIMA

Nella capitale dell’Ontario il clima è continentale: gli inverni sono gelidi ma le estati sono piuttosto calde (a gennaio la temperatura media è -6° C mentre a luglio si aggira sui 26°C). Inoltre la città è esposta a grandi sbalzi di temperatura durante l’arco della giornata ed è consigliabile vestirsi a strati in ogni stagione. Le precipitazioni sono ben distribuite durante l’anno (ma è agosto il mese più piovoso) e, da novembre a marzo, la neve è frequente.

CIBO

Come ogni metropoli multietnica e cosmopolita, Toronto offre un panorama gastronomico internazionale: a qualsiasi ora del giorno e della notte puoi gustare cibo proveniente praticamente da ogni parte del mondo. Tuttavia se desideri testare la vera cucina tipica canadese (influenzata, soprattutto, da quella francese), non puoi proprio perdertila zuppa di crostacei (e gli ottimi piatti di pesce), i sandwich con carne affumicata, il pudding di riso e la torta al formaggio. E, soprattutto, il brunch della domenica!

Scarica la guida per infermieri all’estero

Ti è piaciuto I’articolo?

Non perderti più nulla da My English School. Tutte le ultime news - consigli - promozioni esclusive per te.


RIMANI AGGIORNATO CON LA NOSTRA NEWSLETTER