Rogue One: A Star Wars Story

Rogue One: A Star Wars Story

Uscirà il 15 dicembre, quindi fra pochi giorni, Rogue One: A Star Wars Story, il film diretto da Gareth Edwards, prodotto dalla Lucasfilm, distribuito da Walt Disney e primo della serie Star Wars Anthology. Inutile dire che, come per tutto ciò che ruota attorno a questa saga molto amata, c’è grande attesa! [su_spacer] La trama La vicenda è ambientata
Tempo di lettura: 4 minuti
Pubblicato il Dicembre 12, 2016 - di admin

Uscirà il 15 dicembre, quindi fra pochi giorni, Rogue One: A Star Wars Story, il film diretto da Gareth Edwards, prodotto dalla Lucasfilm, distribuito da Walt Disney e primo della serie Star Wars Anthology. Inutile dire che, come per tutto ciò che ruota attorno a questa saga molto amata, c’è grande attesa!

La trama

La vicenda è ambientata poco prima degli eventi narrati nel film Una nuova speranza e la storia è quella di un gruppo di spie ribelli in missione per rubare i piani riguardanti la nuova e potentissima arma dell’Impero Galattico: ovviamente, la Morte Nera! Rogue One è il primo capitolo di una nuova serie cinematografica che racconta eventi e personaggi che, pur essendo strettamente connessi all’universo di Star Wars, non sono direttamente riconducibili e rintracciabili nei capitoli delle trilogie originarie.

Quando uscirà?

Il film uscirà nelle sale italiane il 15 dicembre;negli Stati Uniti, invece, sarà nei cinema il giorno successivo e sarà disponibile anche in 3D e IMAX.

Personaggi principali e cast

  • Jyn Erso (Felicity Jones) è una giovane ribelle, coraggiosa e indipendente;
  • Capitano Cassian Andor (Diego Luna) è un ufficiale dell’Alleanza Ribelle;
  • Direttore Orson Krennic (Ben Mendelssohn) è un ufficiale dell’Impero deciso a portare a compimento la costruzione della Morte Nera;
  • Chirrut Îmwe (Donnie Yen) è un guerriero cieco e che segue i dettami di vita dei Jedi;
  • Galen Erso (Mads Mikkelsen) è il padre di Jyn ed è uno scienziato in possesso di informazioni importantissime sulle quali vogliono mettere le mani sia l’Impero Galattico che l’Alleanza Ribelle;
  • K-2SO (Alan Tudyk) è un droide di sicurezza.

L’idea

Già nel 2013 la Walt Disney aveva annunciato la produzione di due spin-off della saga di Star Wars: due episodi che avrebbero trattato “le origini” della storia. Ma la cosa più importante è che le due pellicole in questione non sarebbero state assolutamente collegate con la Trilogia sequel (per intenderci, quella inaugurata nel 2015 con Star Wars: il risveglio della forza). Ecco perché i personaggi dei due spin-off hanno storie a sé stanti e abitano uno scenario tutto loro.

L’opening crawl

Ogni fan di Guerre Stellari che si rispetti sa che tutte le pellicole delle trilogie sonocaratterizzate dalla cosiddetta opening crawl: si tratta del testo mobile che appare all’inizio di tutti gli episodi e che fa da prologo agli eventi, ne spiega il contesto e ne riassume i precedenti.Ebbene Rogue One non avrà l’opening crawl e la cosa ha più senso di quanto si pensi: infatti non solo si tratta di un testo filmico a sé stante ma, essendo un prologo, esso riassume anche in sé gli eventi dei “successivi” capitoli e riportati nelle scritte mobili già viste. Hai presente quando si parla dei piani della Morte Nera rubati dai ribelli??!!

Il titolo

Il regista stesso ha spiegato che il titolo della pellicola ha 3 significati diversi. Prima di tutto si tratterebbe di un riferimento militare al Rogue Squadron, lo squadrone visto in Una nuova speranza e in L’impero colpisce ancora. In secondo luogo, essendo questo il primo primo film a non essere parte della saga principale, è corretto definirlo “un po’ solitario” e rogue, in inglese, significa anche “isolato”. Infine la parola rogue descriverebbe anche il personaggio di Jyn, un po’ “furfantesco”: il termine, infatti, può essere tradotto anche con “canaglia”.

Le riprese

Le riprese sono iniziate ad agosto 2015 presso gli Elitre Studios ma alcune scene sono state girate presso l’atollo Laamu alle Maldive, in Islanda e in Giordania. C’è poi un inseguimento che, invece, è stato girato presso la stazione della metropolitana di Canary Wharf a Londra; le riprese si sono svolte fra la mezzanotte e le quattro del mattino, mentre la stazione era chiusa al pubblico.

Colonna sonora

Ok, abbiamo già detto che questo è un capitolo a parte e, anche a livello musicale, la cosa è chiara.In particolare la colonna sonora del film è composta da Michael Giacchino: quindi si tratta della prima pellicola della saga di Star Wars che non prevede le epiche musiche di John Williams!

Previsioni 

Come tutto ciò che è legato al marchio Star Wars, anche questo sembra essere destinato a diventare un grande successo al box-office. Certamente, nessuno si aspetta incassi paragonabili a quelli di Star Wars: Il risveglio della Forza (che incassò oltre $2 miliardi a livello globale) poiché, come già detto, si tratta di uno spin-off slegato dalla saga principale, con personaggi nuovi e diversi.

Ti è piaciuto I’articolo?

Non perderti più nulla da My English School. Tutte le ultime news - consigli - promozioni esclusive per te.


RIMANI AGGIORNATO CON LA NOSTRA NEWSLETTER