Le canzoni che non puoi non sapere se vai a bere in un pub irlandese

Le canzoni che non puoi non sapere se vai a bere in un pub irlandese

Che tu stia pensando di trascorrere qualche giorno in Irlanda oppure che tu voglia trasferirti a breve, c’è una cosa che proprio non puoi non sapere: nei pub irlandesi si canta! Ovviamente non si canta e basta; in primo luogo si beve ma le due cose si fanno rigorosamente insieme e questo è uno degli aspetti
Tempo di lettura: 4 minuti
Pubblicato il Ottobre 12, 2015 - di alessia

Che tu stia pensando di trascorrere qualche giorno in Irlanda oppure che tu voglia trasferirti a breve, c’è una cosa che proprio non puoi non sapere: nei pub irlandesi si canta! Ovviamente non si canta e basta; in primo luogo si beve ma le due cose si fanno rigorosamente insieme e questo è uno degli aspetti più belli e caratteristici della cultura folk d’Irlanda.

Che tu vada nel pub più alla moda di Dublino o in quello più triste e periferico, le cose non cambieranno: fra una birra e l’altra è d’obbligo cantare; a squarciagola; in compagnia e, possibilmente, canti tradizionali.

I canti in questione trattano, per lo più, i temi più cari agli irlandesi doc; parlano della loro affascinante cultura e della loro millenaria storia e lo fanno attraverso ballate a volte nostalgiche, spesso malinconiche ma anche allegre e spensierate. I temi più ricorrenti sono la ribellione, l’amore per la patria, la fame, la lotta, la rabbia nei confronti degli invasori, la libertà, la passione per la birra ma anche le paure, l’emigrazione forzata, le carestie, la povertà. Infine c’è il desidero di riscatto, la straordinaria tenacia di un popolo che vuole emergere e l’allegria tipica di chi spesso è stato sconfitto ma che ha sempre trovato la forza per rialzarsi.

Anche se le drinking songs variano da zona a zona, esiste una sorta di zoccolo duro che racchiude le canzoni più diffuse, quelle che ogni irlandese conosce e canta a memoria; quelle canzoni che anche tu, con un po’ di allenamento, riuscirai a canticchiare senza problemi. Qui di seguito ho cercato di stilare una lista il più possibile veritiera e coerente: spero davvero che possa esserti utile (e che apprezzerai il fatto che le ho messe in ordine alfabetico!):

  • Beer Beer Beer= Un’ode all’inventore della birra e un vero e proprio inno d’amore nei confronti della bevanda più famosa e bevuta d’Irlanda. Slàinte (che sarebbe un “cheers” in gaelico)!

  • The Black Velvet Band= La canzone narra di un tema particolarmente caro al popolo: la deportazione forzata di Irlandesi e Britannici in Australia. La versione più famosa porta la firma dei Dubliners.

  • The Fairytale of New York= Questa non è certo una canzone tradizionale dell’antico folklore irish (infatti è del 1987) ed è stata lanciata dai Pogues; tuttavia è entrata di diritto nella lista delle canzoni irlandesi più cantate nei pub. E’ un canto tipicamente natalizio e, in questo periodo, viene cantato/suonato veramente ovunque !

  • Finnegan’s Wake= Una canzone divertente che ironizza sull’amore degli Irlandesi per il whiskey e per i funerali; proprio da questo canto James Joyce ha tratto ispirazione per il suo romanzo La veglia per Finnegan.

  • Haste to the Wedding= E’ una tipica ballata popolare caratterizzata da toni assai vivaci; questo genere si chiama irish jig.

  • The Irish Rover= Questo canto, già molto popolare in Irlanda, è stato definitivamente portato a conoscenza del grande pubblico con la versione cantata dai Dubliners e dai Pogues…insieme! Una nave è diretta a New York e il testo della canzone racconta, un po’ tristemente, le storie dei marinai a bordo di essa, il loro passato e gli affetti che hanno lasciato in patria.

  • Molly Malone= E’ l’inno della città di Dublino ed è una canzone così caratteristica che, durante le partite di rugby, viene cantata assieme all’inno nazionale irlandese. Racconta le disavventure di Molly, una ragazza che lavora come pescivendola di giorno e fa la prostituta durante la notte.

  • Red is the Rose= Si tratta della versione irlandese di una famosa ballata scozzese del XIX secolo, The Bonnie Banks o’ Loch Lomond. E’ stato Tommy Makem, un cantante di musica folk irish, a renderla popolare presso il grande pubblico.

  • Rocky Road to Dublin= Racconta le difficoltà incontrate durante il viaggio intrapreso da un irlandese alla volta di Liverpool, in Inghilterra.

  • Wearing of the Green= La canzone celebra il colore verde, simbolo dell’Irlanda. Per esempio, durante il Saint Patrick’s Day, in molti indossano un capo di colore verde: questo simboleggia la natura, la speranza, la bandiera nazionale. Inoltre è il colore dello smeraldo (e l’Irlanda è detta anche Isola di Smeraldo) e tradizione vuole che sia il colore preferito dalle fate.

  • Whiskey in the Jar= Ecco un’altra chicca che ha ispirato molti gruppi: i Metallica, i Dubliners ma anche i Pogues. E’ una canzone particolarmente conviviale poiché le parole che identificano gli spazi, nel testo, vengono spesso adattate ai luoghi di origine di chi canta..e tutto diventa molto divertente!

  • Wild Mountain Thyme= E’ una canzone ispirata a un canto popolare vecchio di circa 200 anni ma è conosciuta anche con il titolo di Will Ye Go Lassie Go.

  • Wild rover= Anche se la sua origine è incerta e molti stati se ne contendono la paternità, si tratta della drinking song più nota ed è cantata praticamente ovunque in Irlanda.

Infine una curiosità: la canzone Dirty Old Town è una delle canzoni da pub più famose di Dublino, soprattutto grazie alle versioni dei Pogues e dei Dubliners ma, in realtà, questa si riferisce a una cittadina inglese: Salford. Ma, please, non ditelo agli irlandesi!

Ti è piaciuto I’articolo?

Non perderti più nulla da My English School. Tutte le ultime news - consigli - promozioni esclusive per te.


RIMANI AGGIORNATO CON LA NOSTRA NEWSLETTER