I momenti migliori di Orange is The New Black

I momenti migliori di Orange is The New Black

Per i superstiziosi oggi è solo venerdì 17; per gli amanti delle serie tv oggi è il giorno in cui, finalmente, Netflix distribuisce la quarta stagione di Orange is The New Black in tutti territori in cui il servizio è disponibile. Se sei un fan della serie tv ideata da Jenji Kohan e ispirata alle memorie (bestseller)
Tempo di lettura: 4 minuti
Pubblicato il Giugno 17, 2016 - di alessia

Per i superstiziosi oggi è solo venerdì 17; per gli amanti delle serie tv oggi è il giorno in cui, finalmente, Netflix distribuisce la quarta stagione di Orange is The New Black in tutti territori in cui il servizio è disponibile. Se sei un fan della serie tv ideata da Jenji Kohan e ispirata alle memorie (bestseller) di Piper Kerman Orange Is the New Black: My Year in a Women’s Prison, c’è da scommettere che saprai già tutto e, forse, di più.

Tuttavia è bene rinfrescarsi la memoria: dopo una prima stagione con il botto, una seconda stagione che ha soddisfatto tutte le aspettative e una terza stagione “di svolta” sta, infatti, per arrivare la tanto attesa quarta stagione (ma non preoccuparti… qui non ci sono spoiler!).

Ecco perché, mentre aspettiamo la quarta stagione (e poi ci sarà anche la quinta, la sesta e la settima: già confermate), dobbiamo assolutamente rinfrescarci la memoria con i momenti migliori di Orange is The New Black.
Come certamente già saprai nella prigione di Litchfield, durante la terza stagione, si è visto molto più di Piper e Alex e l’intera stagione si è concentrata su personaggi a volte minori ma dei quali abbiamo finalmente scoperto di più.

  • Hollaback John Bennett

Questo è un vero e proprio momento di memorabilità per John Bennett (conosciuto anche come Asher Millstone dai fan di How to Get Away With Murder). Si tratta, infatti, di un simpatico flashback riguardante il periodo in cui la guardia carceraria militava nell’esercito: qui Bennett e i suoi compagni si dilettano nella realizzazione di un video con tanto di coreografia sulle note di HollaBack Girl di Gwen Stefani.

  • Cal e il business di Piper

Ogni volta che, nella serie, fa la sua comparsa Cal, il fratello di Piper, è sempre un momento clou; durante la terza stagione il business di Piper (la vendita di biancheria intima usata) è in piena espansione e proprio Cal e sua moglie si incaricano di “espandere il marchio”. Esilarante!

  • Angie Rice e il miracolo

Di tutti gli errori che potevano accadere a Litchfield a causa del nuovo sistema informatico, questo è uno dei migliori (e più divertenti). Infatti è proprio a causa di un errore informatico (o dell’incompetenza di qualcuno) che Angie viene rilasciata diversi mesi prima del previsto; da molti questo è considerato un miracolo compiuto da lei stessa. In realtà si tratta di un errore poiché la sua scheda viene scambiata con quella di un’altra detenuta di nome Sara Rice; Angie coglie al volo l’occasione ed esce anche se, una volta fuori, non saprà davvero dove andare. E tornerà a casa, dalla sua famiglia: in prigione.

  • Piper e il business delle mutande

Le finanze di Piper si stanno rapidamente esaurendo e c’è bisogno di una soluzione. Ecco perché la biondina più famosa della serie, grazie ai “rifiuti industriali” della prigione e alle sue compagne, riesce a mettere su un vero e proprio business: vendere la biancheria intima usata dalle detenute.

  • Cindy e la carne Kosher

Tutto ha inizio quando, in mensa, molte detenute inizano a chiedere carne Kosher (Cindy compresa); viste le numerose richieste questo tipo di carne viene accordata solo a chi è effettivamente ebreo (previa verifica da parte di un rabbino). Ecco allora che Cindy, con l’aiuto di due detenute ebree, dopo una lunga preparazione, si sente finalmente in connnessione con Dio e la stagione si conclude con il suo bagno purificatore che la farà rinascere a nuova vita.

  • Le lacrime di Tiffany

Questo è stato, probabilmente il momento più emozionante di tutta la serie: davvero! E abbiamo visto stringersi un insolito legame fra lei e Big Boo.
Qualcosa di davvero molto doloroso è successo a Tiffany e qualcosa di altrettanto doloroso lega le due donne.

Ti è piaciuto I’articolo?

Non perderti più nulla da My English School. Tutte le ultime news - consigli - promozioni esclusive per te.

RIMANI AGGIORNATO CON LA NOSTRA NEWSLETTER