43 cose che (forse) non sai su Star Wars

43 cose che (forse) non sai su Star Wars

“A long time ago, in a galaxy far, far away..” Cominciano tutti così i sei capitoli della saga più amata, seguita e sospirata degli ultimi quarant’anni: Guerre Stellari. Che tu sia un appassionato di lunga data o un neofita, sei sicuro di sapere proprio tutto? Io mi sono divertita a scovare una serie di aneddoti
Tempo di lettura: 8 minuti
Pubblicato il Dicembre 15, 2015 - di alessia

“A long time ago, in a galaxy far, far away..”
Cominciano tutti così i sei capitoli della saga più amata, seguita e sospirata degli ultimi quarant’anni: Guerre Stellari. Che tu sia un appassionato di lunga data o un neofita, sei sicuro di sapere proprio tutto? Io mi sono divertita a scovare una serie di aneddoti e curiosità sui vari capitoli della serie, ecco dunque le 43 cose da sapere su Star Wars che (forse) non conoscevi!

Che la forza sia con te: 43 curiosità su Star Wars

1. Il titolo originale del primo capitolo della saga non era dei più brevi: si intitolava, infatti, “Adventures of Luke Starkiller as taken from the Journal of the Whills, Saga I: The Star Wars”.


2. In un primo momento Luke Skywalker doveva chiamarsi Luke Starkiller; tuttavia il cognome fu cambiato qualche giorno prima dell’inizio delle riprese (ma è rimasto nel videogioco The Force Unleashed).


3. Alec Guinness, l’attore che interpretò Obi-Wan Kenobi, pensava, prima di far parte del cast, che Star Wars fosse “una favoletta spazzatura”. Tuttavia il suo contratto gli consentì di ottenere il 2% sugli incassi al botteghino, per un totale di ben 95 milioni di dollari!


4. Tra gli attori che rifiutarono il ruolo di Han Solo (poi interpretato da Harrison Ford) c’era anche Al Pacino.


5. I vestiti del cacciatore di taglie Bossk furono riciclati da una tuta spaziale indossata dal leggendario Doctor Who.


6. In un primo momento si era pensato di far interpretare Yoda a una scimmia mascherata.


7. Chewbecca (nella versione inglese Chewbacca) era veramente alto: Peter Mayhew, l’attore che lo interpretò nei primi 3 film, era alto 2 metri e 20 centimetri! Lucas ha dichiarato di essersi ispirato, per questo personaggio, al proprio cane: Indiana (e i fan capiranno il collegamento con un altro grande mito cinematografico: Indiana Jones/Harrison Ford).


8. Peter Cushing, l’attore che interpretò il Grand Moff Tarkin, durante le riprese, si trovava talmente male con i suoi stivali che recitò in ciabatte. Fu quindi deciso di non mostrare mai i suoi piedi.


9. La parola “ewok” deriva dalla tribù degli indiani nativi dell’area in cui furono girate le scene ambientate su Endor; questo nome, infatti, identifica gli abitanti della Luna boscosa e non è mai pronunciato ad alta voce!


10. Parte degli edifici usati per girare le scene ambientate sul pianeta Tatooine sono ancora visibili (e visitabili) e si trovano in Tunisia. In alcuni di essi abita la popolazione locale e qualche tempo fa è stato girato un divertentissimo video “We are from Tatooine” ispirato alla famosa canzone di Pharrel Williams.


11. Anakin Skywalker/Darth Vader è stato interpretato, durante tutta la durata della saga, da sei attori diversi: David Prowse, James Earl Jones, Bob Anderson, Sebastian Shaw, Jake Lloyd e Hayden Christensen.


12. Il famoso rapper Tupac Shakur partecipò al casting per il ruolo di Mace Windu.


13. Il suono del TIE Fighter fu ottenuto mixando il barrito di un elefante col rumore di un’auto in movimento sull’asfalto bagnato.


14. Girando la scena all’interno del compattatore di rifiuti, Mark Hamill (Luke Skywalker) trattenne il respiro così a lungo che gli si ruppe un capillare del viso. Per portare a termine le riprese si dovettero, quindi, cambiare le inquadrature così da non mostrare il livido sulla sua faccia.


15. La saga sarebbe stata ben diversa se Lucas avesse seguito il suo primo intuito: Han Solo doveva essere un urelliano, cioè un alieno verde senza naso e dotato di vistose branchie. Anche Luke Skywalker doveva essere molto diverso: o una donna, o un generale sessantenne oppure uno dei membri di una famiglia di nani.


16. Denis Lawson, che interpreta la parte di Wedge Antilles, eccellente pilota e generale dell’Alleanza Ribelle, è lo zio di Ewan McGregor.


17. Mark Hamill fu coinvolto in un brutto incidente prima delle riprese dell’Episodio V e riportò alcune ferite al volto. La scena in cui Luke viene colpito da un Wampa fu, quindi, aggiunta per giustificare le cicatrici dell’attore.


18. La voce di Yoda nell’edizione originale è quella di Frank Oz, doppiatore di un altro famosissimo pupazzo: Miss Piggy del Muppets Show! Invece la voce di Dart Fener è quella dell’attore James Earl che parlava attraverso un respiratore da sub.


19. Il linguaggio dei Jawa è ottenuto attraverso l’accelerazione della lingua zulu; la lingua di Greedo è, invece, un idioma sudamericano chiamato Quechua.


20. Per muovere il pupazzo di Jabba the Hutt servirono addirittura 10 marionettisti!


21. Ci vuole parecchia immaginazione ma pare che la forma del Millennium Falcon sia ispirata a un hamburger con un’oliva su un lato!


22. Durante l’evacuazione di Cloud City si può vedere un uomo fuggire con quella che sembra una macchina per fare il gelato. Si tratta, in realtà, del database contenente i nomi dei ribelli.


23. La spada laser di Luke nell’Episodio VI doveva essere blu, così da ricordare quella persa; tuttavia Lucas, non volendo confondere il pubblico, optò per una spada verde.


24. L’Episodio VI doveva chiamarsi La vendetta del Jedi e non Il Ritorno dello Jedi; di questa prima versione furono stampati poster e fu girato anche il trailer. I produttori del film Star Trek II: L’ira di Khan non usarono il titolo La vendetta di Khan proprio per evitare confusione fra i due film.


25. L’ispirazione per il personaggio di Han Solo è stato il regista del film Il Padrino, Francis Ford Coppola, buon amico di George Lucas.


26. Il droide cacciatore di taglie IG-88 è stato costruito riciclando alcuni oggetti di scena. La sua testa, per esempio, è in realtà un distributore d’acqua dalla Cantina dell’Episodio IV.


27. Il dispositivo di comunicazione di Qui-Gon è in verità un rasoio Gillette Sensor Excelle da donna modificato.


28. La colonna sonora dei film è davvero epica ed è valsa un oscar al compositore, John Williams. L’American Film Institute l’ha eletta migliore tema musicale cinematografico di tutti i tempi.


29. Samuel L. Jackson ha affermato che sulla sua spada laser fossero incise le parole “Bad Motherfucker”.


30. Le cascate intorno alla città di Naboo sono in verità fatte di sale.


31. Lucas accettò dalla Fox una paga minore in cambio dei diritti sui gadget del film. E la sua fu una scelta azzeccata, visto che la saga ha guadagnato di più in merchandise di quanto non abbia mai fatto al botteghino. Quella di Star Wars è la linea di giocattoli ispirati al film più popolare della storia del cinema, con oltre 250 milioni di pupazzi venduti solamente tra il 1978 e il 1986.


32. I membri del gruppo NSYNC apparvero in un piccolo cameo nell’Episodio II per volere della figlia di Lucas ma la loro scena fu poi tagliata nella versione definitiva.


33. La figlia di George Lucas, Katie, interpretò una danzatrice Twi’lek nell’Episodio II. Sua sorella, Amanda, comparve sullo sfondo di un’altra scena e il fratellino, Jett Lucas, interpretò uno dei giovani Padawan negli archivi Jedi.


34. Molti dei nomi della trilogia derivano da lingue antiche. Yoda, per esempio, significa guerriero in sanscrito.


35. Una volta entrato nel Senato Galattico, Jar Jar Binks vota a favore dell’Orinde 66, il comando che porta alla distruzione dei Jedi.


36. Il genere musicale dei brani suonati dalla Cantina Band è il “jizz”.


37. Anakin Skywalker/Darth Vader presenta sei dei nove criteri diagnostici per il disturbo borderline della personalità… ben più di quelli necessari per diagnosticarla!


38. Uno dei possibili finali vedeva Luke uccidere l’imperatore, indossare la maschera di Dart Fener e annunciare la sua intenzione di voler dominare l’Universo. Per fortuna Lucas cambiò idea!


39. E.T. fa parte dell’universo di Guerre Stellari: in una scena all’interno del Senato Galattico è visibile, infatti, una delegazione di questa specie aliena.


40. George Lucas inventò il nome R2-D2 mentre filmava American Graffiti: un membro dello staff del suono gli chiese di recuperare la bobina numero 2 della traccia numero 2; che in gergo tecnico sarebbe proprio R2-D2.


41. La frase «Ho un brutto presentimento» viene pronunciata in tutti i film della saga.


42. Sull’isola Niue (uno stato sovrano associato liberamente alla Nuova Zelanda) sono state coniate alcune monete di Star Wars in edizione limitata.


43. Ogni film della saga è uscito nelle sale americane una settimana dopo il compleanno di George Lucas, il 14 maggio.

Non ne hai mai abbastanza delle curiosità su Star Wars?

Star Wars è un vero e proprio fenomeno senza confini, che conta centinaia di milioni di appassionati in tutto il mondo! Merchandising, convention, forum e meme: quello di Guerre Stellari è un immaginario che coinvolge e fa sognare tantissime persone. Perciò, se non vuoi perderti nessuna notizia esclusiva, uno dei nostri corsi è senz’altro una buona idea per migliorare il tuo inglese ed entrare in relazione con dei fan sfegatati come te. Infine, se ti è piaciuto questo elenco di cose da sapere su Star Wars, non perderti il nostro post sui luoghi in cui è stato girato l’episodio Il risveglio della forza: molti di questi sono anche visitabili e meritano un viaggio se anche tu ami la saga di George Lucas!

Ti è piaciuto I’articolo?

Non perderti più nulla da My English School. Tutte le ultime news - consigli - promozioni esclusive per te.

RIMANI AGGIORNATO CON LA NOSTRA NEWSLETTER