Cos’è e come si forma il second conditional in inglese

Cos’è e come si forma il second conditional in inglese

Sogni di parlare inglese come un native speaker? Ti chiedi come sarebbe la tua vita se abitassi a New York o Londra? Oppure se vivessi proprio come Richard Branson, Jeff Bezos o Elon Musk? Se hai risposto sì a tutte queste domande, hai assolutamente bisogno del second conditional in inglese, il condizionale dei sogni! MyES
Tempo di lettura: 3 minuti
Pubblicato il Luglio 30, 2021 - di Teacher

Sogni di parlare inglese come un native speaker? Ti chiedi come sarebbe la tua vita se abitassi a New York o Londra? Oppure se vivessi proprio come Richard Branson, Jeff Bezos o Elon Musk? Se hai risposto sì a tutte queste domande, hai assolutamente bisogno del second conditional in inglese, il condizionale dei sogni! MyES è al tuo fianco per aiutarti a rendere queste ipotesi un po’ più realistiche (disclaimer: per il patrimonio da miliardario non possiamo fare molto)!
Ecco una guida che ti aiuterà a capire come si usa e come si forma il second conditional like a pro!

Second conditional in inglese: premesse

Partiamo da una buona notizia: tutti i condizionali – quindi anche lo zero, il first e il third – hanno una struttura fissa composta da due parti, una condizione (che chiameremo IF-clause) e un risultato (che chiameremo appunto result). Con un po’ di pazienza quindi si può capire quali tempi verbali vanno usati in ciascuna di queste parti per comporre i vari tipi di condizionali inglesi. Possiamo ordinare queste due parti come vogliamo, ma prima di arrivare a parlare del second conditional in inglese è importante tenere a mente una regola base di punteggiatura. Guarda questi esempi per individuarla:

  • If I spoke English like Jeff Bezos, I would feel great.
  • I would feel great if I spoke like Jeff Bezos.

Quando la IF-clause è davanti è necessario mettere una virgola (comma in inglese) prima del result. Se invece la IF-clause segue il result, non serve.

Veniamo ora ai verbi da utilizzare. La premessa fondamentale per diventare cintura nera di conditionals è che in inglese time and tense are separate; significa che l’arco temporale (ovvero presente, passato, futuro) e i tempi verbali (ovvero present simple, past simple e via dicendo) non sempre vanno a braccetto.

Guarda questi esempi e nota i tempi verbali in grassetto; stiamo parlando del presente, del passato o del futuro?

  • I am meeting Elsa tomorrow for lunch. (si tratta di un impegno certo nel futuro)
  • I wish I had a car.  (si tratta di un sogno presente o futuro)
  • It’s time we got a dog. (si tratta di un’ipotesi presente o futura)

Se nel primo esempio usiamo il present continuous per parlare del futuro (fixed plan), nel secondo e terzo esempio usiamo il simple past per parlare di un desiderio immaginato e futuro. La regola di fondo da ricordare è:

  • i tempi verbali presenti indicano cose reali, certe o vere
  • i tempi verbali passati indicano cose ipotetiche, immaginarie o inverosimili

Tanto più “andiamo nel passato”, tanto più ci allontaniamo dalla realtà.

Ora sì che siamo pronti a svelare il second conditional in inglese!

Come si forma il second conditional in inglese

Guarda questi esempi e prendi nota dei tempi verbali nella IF-clause e nel result:

  • If I were a millionaire, I would travel to space like Richard Branson.
  • If I had a space rocket like Elon Musk, I would go to Mars.
  • If Jeff Bezos lived in Italy, he would speak Italian.

Come puoi vedere dai verbi in bold (in grassetto), la struttura del second conditional in inglese è la seguente:

IF + simple past , would + bare infinitive (senza to)

Capiamo ora come si usa e cosa ci permette di dire. Usiamo il second conditional per comunicare ipotesi future che riteniamo immaginarie o poco realistiche.

Puoi notare infatti una differenza sostanziale con gli altri due condizionali usati per parlare del presente o futuro: zero conditional e first conditional.

Nota i tempi verbali:

ZERO CONDITIONAL: If you are a millionaire, you have a lot of money.

FIRST CONDITIONAL: If you are a millionaire, you will visit many amazing places.

SECOND CONDITIONAL: If you were a millionaire, you would be able to travel to space.

Usiamo lo zero conditional (detto anche real conditional) per comunicare fatti generalmente considerati veri (ovvero con probabilità = 99-100%). Con il first conditional invece la probabilità scende al 50%: parliamo infatti di fatti considerati possibili. Ecco quindi risulta più chiara la differenza con il second conditional: in questo caso, infatti, parliamo di ipotesi che riteniamo ancora meno probabili o inverosimili, come ad esempio i sogni (ovvero con probabilità = 2-3%).

And now… QUIZ TIME!

Completa le seguenti frasi utilizzando il condizionale più adatto (a volte più di una scelta è possibile; decidi in base a quanto ritieni probabili i fatti):

  1. If I won the lottery, I think I  ________________.
  2. MyES teachers would be happy if  ________________.
  3. You will speak better English if  ________________.
  4. If I had the possibility, I  ________________.
  5. If you go to space, you  ________________.

Alexandra P. –  Teacher

Ti è piaciuto I’articolo?

Non perderti più nulla da My English School. Tutte le ultime news - consigli - promozioni esclusive per te.


RIMANI AGGIORNATO CON LA NOSTRA NEWSLETTER