Non si è mai troppo vecchi per inventarsi imprenditori

Non si è mai troppo vecchi per inventarsi imprenditori

Se dico “imprenditore”, cosa ti viene in mente? Con molta probabilità pensi ai tanto citati “giovani imprenditori” o comunque ti figuri ventenni/trentenni rampanti e un po’ hipster, con la barba e tante idee innovative. Di solito l’immagine che ci viene in mente è questa poiché cinema e tv ci hanno abituato a vederla così ma,
Tempo di lettura: 5 minuti
Pubblicato il Marzo 6, 2017 - di alessia

Se dico “imprenditore”, cosa ti viene in mente? Con molta probabilità pensi ai tanto citati “giovani imprenditori” o comunque ti figuri ventenni/trentenni rampanti e un po’ hipster, con la barba e tante idee innovative. Di solito l’immagine che ci viene in mente è questa poiché cinema e tv ci hanno abituato a vederla così ma, in realtà, c’è un altro lato dell’imprenditoria: gli imprenditori over 50!

Sapevi, per esempio, che Ray Kroc, il fondatore di McDonald, ha venduto frullatori fino a 52 anni? E che Mary Kay, la fondatrice del colosso della cosmesi May Kay Ash, ha commerciato complementi d’arredo fino all’età di 45 anni?

Insomma:se hai quasi 50 anni (o anche di più) non temere perché puoi ancora inventarti un lavoro e, magari, potresti avere anche successo e coronare il sogno della vita.Oggi più che mai questo è importante: infatti uno dei motivi principali per cui oggi un cinquantenne si mette in proprio è perché, con molta probabilità, ha perso il lavoro. O, in alternativa, lo fa con l’intenzione di costruire un futuro al figlio trentenne che non trova lavoro.

Scopri i corsi di Inglese per Imprenditori

I finanziamenti agli imprenditori over 50 (o comunque ai non più giovanissimi) sono tanti, così come sono tante le agevolazioni fiscali. E poi c’è il dato confortante per cuiquesti business si rivelano, spesso, vincenti in quanto i loro fondatori, forti di aver lavorato per diversi anni, hanno appreso lezioni, imparato cose, sono pieni di iniziativa e non si danno per vinti.

Se anche tu hai più di 50 anni e stai pensando di mettere su la tua attività, ora è tempo di trovare l’ispirazione; queste sono le storie di successo di chi, compiuti i 40-45 e 50 anni, ce l’ha fatta… perché non si è mai troppo vecchi per inventarsi imprenditori!

Ray Kroc – McDonald’s

Ray Kroc è stato il fondatore della catena di fast food McDonald’s e fino all’età di 52 anni ha venduto frullatori! L’idea che ha cambiato la sua vita gli venne nel 1954 quando un ristorante (gestito appunto dai fratelli McDonald) gli ordinò 6 frullatori contemporaneamente. Andando al locale, Ray restò profondamente colpito dall’idea dei 2 proprietari:applicare una piccola “catena di montaggio” alla produzione di hamburger, frullati e bevande.

Harland Sanders – Kentucky Fried Chicken 

Hai visto il suo viso tantissime volte ma forse non lo sai: Sanders non solo fu il fondatore di KFC, una delle più famose catene di fast food americane, ma il suo volto è anche il caratteristico logo dell’azienda. Non solo rimase orfano di padre da piccolissimo ma la sua era anche una famiglia povera… ecco perché Harland fece, nell’arco della sua vita, numerosi lavori diversi. Nel 1930, nel Kentucky, divenne gestore di un distributore di benzina con cucina (da qui tutto ebbe inizio) ma fu solo nel 1952 che nacque il nome della catena così come lo conosciamo oggi: Kentucky Fried Chicken. Aveva 62 anni.

Mary Kay Ash – Mary Kay Cosmetics Inc.

Il successo è arrivato tardi anche per la fondatrice della Mary Kay Inc.: dopo aver passato la vita a vendere prodotti domestici,all’età di 45 anni Mary Kay si licenzia e si mette in proprio dopo aver visto promuovere al suo posto un collega uomo (formato da lei stessa).Con un investimento iniziale di 5.000 dollari, Mary Kay è riuscita a costruire un impero leader nel settore cosmetici, che vanta rivenditori in oltre 30 paesi e che conta un fatturato annuo di circa 2,2 miliardi di dollari.

Donald Fisher – GAP

Assieme alla moglie Doris, Donald è stato, a 41 anni di età, uno dei co-fondatori del famoso marchio Gap. Nella sua vita ha lavorato come ebanista, poi è passato alle ristrutturazioni di hotel, infine, dopo aver tentato invano di restituire un paio di jeans Levi’s che non gli andavano, suggerì alla Levi’s l’idea di uno store fornito di tanti stili e taglie diverse. Il noto marchio accettò la proposta e, nel 1969, i due coniugi aprirono il primo negozio Gap. Con gli anni gli store si sono moltiplicati ed è stata prodotta anche una propria linea di abbigliamento.

Robert Noyce – Intel

Robert Noyce è stato uno dei co-fondatori di Intel, all’età di 41 anni: fu, infatti, uno dei “traitorous eight”, il gruppo di ricercatori che lasciò la Shockley Semiconductor nel 1957 a causa delle difficoltà di gestione per aprire una propria compagnia. Noyce, assieme al collega Gordon Moore, inventò il circuito integrato e, nel 1968, fondò la Intel; oggi la compagnia vale $147 miliardi.

Charles Ranlett Flint – IBM

La compagnia creata da Flint divenne nota come International Business Machines solo nel 1924, quando Flint aveva ormai 74 anni!A lui si deve il merito di aver ideato un modello di business basato su diversi segmenti di pubblico così che, se un anno un certo target non avesse dato i risultati sperati, la mancanza sarebbe stata sopperita dagli altri.

Chip Wilson – Lululemon

A Chip Wilson l’idea è venuta durante la sua prima lezione di yoga nel 1997: quel giorno pensò che fosse necessario creare una linea di abbigliamento da yoga femminile che fosse confortevole ma allo stesso tempo anche fashion. Quando ha avviato la sua Lululemon, Chip aveva 41 anni!

Scopri i corsi di Inglese per Imprenditori

 

Ti è piaciuto I’articolo?

Non perderti più nulla da My English School. Tutte le ultime news - consigli - promozioni esclusive per te.


RIMANI AGGIORNATO CON LA NOSTRA NEWSLETTER