Infermieri in Australia: intervista a Ilaria di Just Australia

Infermieri in Australia: intervista a Ilaria di Just Australia

La figura dell’infermiere è una delle più richieste in Australia; tuttavia il processo di convalida dei titoli e di presentazione dei documenti è piuttosto lungo, complesso e anche costoso. Spesso chi cerca informazioni si trova ad avere le idee piuttosto confuse ed è per questo che abbiamo parlato con Ilaria di Just Australia e proprio
Tempo di lettura: 3 minuti
Pubblicato il Agosto 14, 2016 - di admin

La figura dell’infermiere è una delle più richieste in Australia; tuttavia il processo di convalida dei titoli e di presentazione dei documenti è piuttosto lungo, complesso e anche costoso. Spesso chi cerca informazioni si trova ad avere le idee piuttosto confuse ed è per questo che abbiamo parlato con Ilaria di Just Australia e proprio lei ci ha aiutati a capire meglio qual è l’iter da seguire.

Just Australia è un infopoint gratuito e un’agenzia educativa che ha sede a Melbourne (ma ha anche tante ramificazioni in tutta l’Australia) alla quale ci si può rivolgere per sbrigare le prime pratiche appena arrivati, ricevere consigli, informazioni su come vivere, studiare e lavorare Down under. Just Australia, infatti, si occupa di diplomi, università, student visa, assicurazioni sanitarie, offre sostegno nella ricerca di lavoro e casa; inoltre collabora con alcuni studi di immigrazione e fornisce assistenza a chi volesse saperne di più su come trasferirsi in maniera permanente.

Scarica la guida per infermieri all’estero

Per prima cosa Ilaria ha parlato con gli agenti dell’immigrazione e queste sono le informazioni che ha raccolto.

“In Australia c’è una vera e propria carenza di infermieri; si calcola che entro il 2025 ci saranno oltre 110 mila posizioni libere. Ed è proprio per questo che ogni anno sono più di 3 mila gli infermieri stranieri che ottengono un visto permanente per lavorare in Australia. Tra questi ci sono anche alcuni italiani. Non tantissimi a dire la verità perché il percorso è lungo e costoso, ma la posta in gioco è alta: lavoro assicurato, ottimi stipendi e buona qualità della vita, una tra le migliori al mondo.

I salari australiani, per quanto riguarda questo settore – continua Ilaria – vanno dagli $85.000 ai $150.000 all’anno, a seconda di esperienza, specializzazione, turni, struttura e stato in cui si lavora. Ovviamente è indispensabile avere un buon livello d’inglese; anzi, un ottimo livello d’inglese perché il requisito è quello di aver superato l’esame IELTS con un punteggio minimo di 7 in ogni sua parte (e stiamo parlando della versione Academic del test, quindi quella più difficile)”.

“Per lavorare come infermiere o ostetrico in Australia – spiegano le agenti di immigrazione Alberta Miculan e Rebecca Santaera dello studio Migration Ways di Melbourne –bisogna essere registrati all’ente Nursing and Midwifery Board of Australia (NMBA).E a sua volta, al fine di registrarsi al NMBA, è necessario rispettare gli standard dell’ordine di medici e infermieri: Australian Health Practitioner Regulation Agency (il famoso AHPRA, per chi sa già come funziona la sanità in Australia). Generalmente la laurea in infermieristica rilasciata dalle università italiane – continuano le agenti di immigrazione – non viene riconosciuta. Ai candidati con lauree rilasciate dalle università italiane, infatti, è richiesto o consigliato diintraprendere un programma chiamato Bridging Program, un corso specifico per gli infermieri di altre nazionalità”.

Quindi, riassumendo, gli step per poter esercitare come infermiere in Australia, sono questi:

  •    Aver sostenuto e superato l’esame IELTS Academic con punteggio 7;
  •    Aver preso parte al Bridging Program, un corso breve di 3 mesi per convalidare la laurea conseguita in Italia (chiamato anche IRON program);
  •    Registrazione all’ordine AHPRA;
  •    Possibilità di ottenere uno sponsor o richiedere un visto permanente.

“Si tratta di un processo lungo perché – continua Ilaria – per raggiungere un livello d’inglese così alto, è necessario circa un anno di studi; ed è anche costoso perché i bridging program hanno delle rette piuttosto elevate.Di solito, una volta terminato il corso, agli infermieri viene offerto un posto di lavoro in un ospedale o in una struttura sanitaria(quello che si chiama sponsor); in altri casi, invece, gli infermieri chiedono direttamente un visto permanente. É la scuola stessa, infatti, ad assicurare dei contatti di lavoro e un breve periodo di praticantato”.

Just Australia

Informazioni

Dall’Italia:
Basta andare sul sito e compilare la voce Contattaci Adesso

Dall’Australia:
Level 9, 118 Queen Street, Melbourne (+61) 0437890294

Scarica la guida per infermieri all’estero

Ti è piaciuto I’articolo?

Non perderti più nulla da My English School. Tutte le ultime news - consigli - promozioni esclusive per te.


RIMANI AGGIORNATO CON LA NOSTRA NEWSLETTER