Com’è la vita: Dublino

Com’è la vita: Dublino

Qui di seguito trovi alcune utilissime informazioni sulla capitale irlandese, Dublino. Si tratta della città più grande e popolata di tutta l’isola. [su_spacer] [su_spacer] ALLOGGI Trovare casa a Dublino è difficile e costoso; per questo è bene mettere in conto un periodo minimo per trovare una sistemazione “definitiva” di un paio di settimane (ma questo
Tempo di lettura: 8 minuti
Pubblicato il Agosto 14, 2016 - di alessia

Qui di seguito trovi alcune utilissime informazioni sulla capitale irlandese, Dublino. Si tratta della città più grande e popolata di tutta l’isola.

Scarica la guida per infermieri all’estero

ALLOGGI

Trovare casa a Dublino è difficile e costoso; per questo è bene mettere in conto un periodo minimo per trovare una sistemazione “definitiva” di un paio di settimane (ma questo dipende anche dal periodo dell’anno in cui ci mette in cerca). Nel frattempo che stai cercando una sistemazione dovrai accontentarti di alloggi provvisori: ostelli, affitti short term o l’affitto di una stanza in casa con una famiglia irlandese. L’importante ècercare una casa solo ed esclusivamente se si è già in Irlanda e non cercarla dall’Italia: nessuno risponderà alle tue e-mail poiché coinquilini e proprietari di casa preferiranno stipulare contratti con qualcuno con cui possono parlare e che possono vedere di persona. In tempi brevi!

La prima cosa da fare è definire la zona in cui si cercherà casa in base alle proprie esigenze (vicinanza al luogo di lavoro, zona tranquilla, quartiere ricco di pub oppure luogo per famiglie); ti raccomando di seguire una sola accortezza: evita il centro poiché la zona è affollatissima e gli alloggi sono spesso piccoli e non ben tenuti. Te ne pentiresti!

La seconda cosa da fare è armarsi di pazienza poiché per vedere le case (o le stanze in condivisione) è diffusa la pratica dell’open view. Si tratta di una giornata durante la quale l’alloggio è “aperto” e visitabile da parte degli interessati: non è raro imbattersi anche in 50 persone in fila che attendono di vedere l’appartamento solo per pochi minuti! In ogni caso è il padrone di casa o l’agenzia a decidere chi sarà il fortunato che occuperà la casa/camera e sulla decisione finale influiranno diversi fattori:ti saranno fatte molte domande e dovrai presentare le referenze da parte del datore di lavoro e del precedente landlord.

Ricordati di portare sempre con te, ogni volta che visiti una casa, del denaro per “bloccare” la casa/stanza nel caso in cui ti piacesse; non perdere tempo e non starci a pensare troppo: gli alloggi vanno via subito a Dublino perciò se trovi una sistemazione che ti piace fermala senza indugio! Infine, ricorda che il landlord ti chiederà di versargli subito un mese di affitto e un mese di deposito (deposit) che ti verrà restituito quando lascerai la casa a meno che non ci siano danni.

I prezzi degli affitti sono piuttosto alti rispetto all’Italia: si va da un minimo di 300/400€ per una stanza privata in un appartamento in sharing (di solito occupato da numerosi inquilini con bagno, cucina e soggiorno in comune) a un minimo di 800€ per una doppia con bagno privato sempre in sharing. Un monolocale in centro può costare 1.200€; fuori città sui 1.000€ mentre una casa con 3 stanze in centro costa circa 2.200€ (mentre fuori città scende sui 1.600€).

In ogni caso c’è una cosa da tenere a mente mentre cerchi casa a Dublino:dimentica gli standard degli alloggi italiani; ti accorgerai presto che le case sono meno curate, più spartane, di solito molto più piccole e meno accessoriate.

To know

Spesso le agenzie di recruitment aiutano gli infermieri a trovare un’accomodation ma non è raro che sia l’ospedale stesso a fornire al personale un alloggio iniziale (per i primi 2-3 mesi), assistenza durante il periodo di ricerca o, in alternativa, una somma di denaro utile a pagare i primi mesi di alloggio.

COSTO DELLA VITA E COSTI RELATIVI AL TRASFERIMENTO

Mettendo a confronto il costo della vita a Dublino e a Roma (tramite il sito Numbeo) emerge che vivere in Irlanda è più costoso rispetto a vivere in Italia ma, parallelamente, anche gli stipendi medi sono più alti.

Nel dettaglio: un tenore di vita da 3.700€ a Roma (incluso l’affitto di un appartamento) a Dublino necessiterebbe di 4.363,83€.

  • I prezzi al consumo a Dublino sono maggiori del 14,6% rispetto a quelli di Roma;
  • I prezzi degli affitti a Dublino sono più alti di quelli di Roma del 24,59%;
  • I prezzi dei supermercati sono più alti del 7,29%.

Anche i prezzi dei servizi Internet e la fornitura di acqua ed energia elettrica sono maggiori di circa il 25-30% rispetto all’Italia ma, di contro, anche il potere di acquisto locale è maggiore (più del 28,35% rispetto all’Italia) poiché gli stipendi medi irlandesi sono nettamente migliori. Infatti se la media di uno stipendio italiano è di 1.500€ netti al mese, uno stipendio medio irlandese si aggira sui 2.400€ netti.

Quindi, per chi voglia trasferirsi a Dublino, il consiglio è quello di partire con un budget abbastanza consistente (che varierà a seconda dello stile di vita di ognuno). Un budget minimo di 2.000€ è da mettere in conto (esclusi i costi da affrontare in Italia per la traduzione dei documenti da presentare al NMBI): questa cifra dovrà coprire i costi per l’accomodation iniziale mentre si cerca una casa, il primo mese di affitto da anticipare al landlord e il deposit. È consigliabile, inoltre, stanziare una certa cifra che permetta di vivere almeno durante il primo periodo, mentre si attende il primo stipendio e che servirà a coprire la spesa per il cibo e per l’eventuale abbonamento ai mezzi pubblici: 500/600€ dovrebbero bastare per un mese senza straviziare.

TRASPORTI

I trasporti pubblici irlandesi sono davvero migliorati nell’ultimo decennio anche se non raggiungono ancora gli standard delle altre capitali europee e il problema tocca soprattutto i pendolari (visto che i turisti riescono a girare il centro storico a piedi). La Dublin Bus, la rete degli autobus, è davvero molto estesa e raggiunge praticamente tutti i sobborghi attorno alla città: le linee sono circa 200 ma il costo dell’abbonamento mensile è un po’ alto rispetto all’Italia (circa 120€).Tuttavia si tratta di una spesa necessaria poiché, in una città come Dublino, a meno che non si disponga di un’automobile, l’unica soluzione per spostarsi è rappresentata dai mezzi pubblici.

In alternativa si può optare per i treni metropolitani Luas che contano due linee: la rossa (da Connolly e Point Theatre fino a Tallaght) e la verde (da St. Stephen’s Green a Bride’s Glen a Cherrywood). La tariffa del biglietto varia in base alle zone: in quella centrale un biglietto costa 1,50€. In alternativa si può scegliere la DART, il servizio ferroviario suburbano che corre lungo la costa da Greystones fino a Howth e Malahide. Per i pendolari e per coloro che utilizzano regolarmente i mezzi pubblici è consigliabile sottoscrivere la Leap Card, una tessera elettronica ricaricabile da utilizzare per Dublin Bus, Luas e DART all’interno dell’area metropolitana.

Infine, purtroppo, la bicicletta è un mezzo che, seppur economico ed ecologico, è sconsigliato a Dublino: non è, infatti, una città a misura di ciclista poichè le piste ciclabili sono poche, le autovetture sono tante e le condizioni meteo possono non aiutare gli amanti delle 2 ruote.

SICUREZZA

Dublino è una delle città europee più sicure ma, come per ogni altra grande città, è bene seguire alcune norme generali: di notte evita le vie poco illuminate e l’area di Phoenix Park; di giorno fai attenzione ai borseggiatori nelle strade affollate (Grafton Street, O’Connell Street). Presta attenzione durante il weekend dopo le 2:30 del mattino:quando i pub chiudono non è raro imbattersi in gruppi di ubriachi che girellano per le vie del centro.In più potresti sentir parlare dei knackers, un termine dispregiativo che indica gruppi di ragazzi che girano per le vie del centro ostentando un comportamento molto maleducato.

Infine stai attento in strada poiché pedoni e autoveicoli, a Dublino, hanno un comportamento molto “italiano”: il traffico è intenso e “selvaggio” e l’attraversamento dei pedoni fuori dalle strisce pedonali è la prassi.

CLIMA

Dublino è caratterizzata da inverni miti, estati fresche e dall’assenza di picchi di temperatura. L’inverno non è particolarmente rigido ma l’umidità e i venti possono aumentare la sensazione di freddo; la pioggia è frequente mentre le nevicate sono rare e le temperature non scendono mai sotto i -5°C. L’estate, invece, è sempre fresca, ventilata, ricca di precipitazioni e la temperatura massima si aggira attorno ai 20°C. Per quanto riguarda la pioggia, Dublino non è una città molto piovosa rispetto al resto dell’Irlanda anche se i mesi con più precipitazioni sono dicembre e agosto.

CIBO

Dal punto di vista gastronomico Dublino ha molto da offrire! I piatti tipici tradizionali sono moltissimi (così come le bevande) ma se sei uno che non ama sperimentare, qui troverai anche supermercati forniti di tutto il cibo italiano che desideri e ristoranti etnici con cucina proveniente da tutto il mondo. Tuttavia se il tuo soggiorno lavorativo a Dublino dovesse prolungarsi per un periodo piuttosto lungo, ci sono alcuni piatti e bevande che dovrai assolutamente provare: la birra (bionda, rossa, scura e non solo Guinness), il whiskey (con cui si prepara il golosissimo Irish Coffee), l’Irish Stew (il famoso stufato irlandese con carne d’agnello o montone, patate, cipolle e birra), fish&chips, muffin, cupcake e cheesecake.

Scarica la guida per infermieri all’estero

Ti è piaciuto I’articolo?

Non perderti più nulla da My English School. Tutte le ultime news - consigli - promozioni esclusive per te.


RIMANI AGGIORNATO CON LA NOSTRA NEWSLETTER